Immigrazione: i fatti più importanti di novembre 2020

Secondo le stime della UN Refugee Agency (UNHCR), nel mese di novembre 2020, sono giunti in Europa via mare e via terra 13.730 migranti. Il Paese che ha accolto il maggior numero di stranieri, risulta essere la Spagna, con oltre 35.200 arrivi

1 dicembre 2020

L’orgoglio dell’Iran e la morte di Fakhrizadeh

Il 2020 è stato un anno orribile per l’Iran, che oggi piange un’altra vittima illustre, Mohsen Fakhrizadeh, capo del programma nucleare da vent’anni. La domanda, per questa rubrica, è inevitabile: la politica di Trump, che ci fa vivere sull’orlo di una escalation militare con l’Iran, è nell’interesse nazionale dell’Italia? Prima di rispondere, ricostruiamo i fatti […]

2 dicembre 2020

Il fatto più importante della settimana, Afghanistan

I rappresentanti dei talebani e del governo afghano a Doha, in Qatar, hanno ufficialmente raggiunto un accordo sulle regole procedurali per avviare i veri e propri negoziati di pace

4 dicembre 2020

Italia-Turchia: collaborazione congiunta nel settore della sicurezza

Il 3 dicembre, la ministra dell’Interno italiana, Luciana Lamorgese, ha partecipato ad una videoconferenza con il ministro dell’Interno della Repubblica di Turchia, Suleyman Soylu

4 dicembre 2020

UE: l’Italia chiede misure coraggiose per l’immigrazione

Il 4 dicembre, il ministro degli Esteri italiano, Luigi Di Maio, ha esortato la Commissione Europea a mostrare “lo stesso coraggio dimostrato con il Recovery Fund” anche nella gestione delle migrazioni e dei richiedenti asilo

4 dicembre 2020

S-400 russi: Ankara spera di risolvere le tensioni con presidenza Biden

La Turchia spera che la nuova amministrazione statunitense sarà pronta a discutere l’acquisto dei sistemi di difesa aerea russi S-400 da parte di Ankara

5 dicembre 2020

Brexit: UE pronta per un accordo, ma la Gran Bretagna esita

Alcuni funzionari dell’Unione Europea hanno rivelato, venerdì 4 dicembre, che un accordo commerciale post-Brexit potrebbe essere concluso questo fine settimana. Londra, tuttavia, continua a dire che i negoziati devono ancora affrontare questioni “molto complesse”

4 dicembre 2020

Etiopia: il governo dichiara che la guerra sta per finire

Il governo etiope ha affermato di aver catturato o ucciso la maggior parte dei comandanti appartenenti alla forza che combatte nello Stato regionale del Tigray. Il Fronte di Liberazione del Popolo tigrino (TPLF), dal canto suo, nega le dichiarazioni

4 dicembre 2020

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.