Immigrazione: i fatti più importanti di giugno 2020

Secondo le stime della UN Refugee Agency (UNHCR), nel mese di aprile 2020, sono giunti in Europa via mare e via terra oltre 3.027 migranti

1 luglio 2020

Le priorità dell’Italia in politica internazionale

Le questioni più importanti della politica estera italiana sono quattro: Libia, Libano, Iran e Russia

1 luglio 2020

L’Oman potrebbe chiedere aiuti ai vicini del Golfo, a rischio la sua neutralità

Il Sultanato dell’Oman ha discusso con gli altri Paesi del Golfo della possibilità di stanziare fondi in suo favore, volti a far fronte alle conseguenze economiche della pandemia di coronavirus

4 luglio 2020

Etiopia: per il premier le proteste tentano di far scoppiare la guerra civile

Il primo ministro etiope, Abiy Ahmed, ha dichiarato, venerdì 3 luglio, che le violenze esplose nel Paese nell’ultima settimana rappresentano un tentativo di istigare una guerra civile, che le autorità sono riuscite efficacemente a sventare

4 luglio 2020

Cina promette “contromisure” in risposta alle sanzioni degli USA

La Cina ha promesso di adottare “tutte le contromisure necessarie” contro gli Stati Uniti, se Washington non ritirerà le sanzioni contro le banche cinesi che intrattengono rapporti commerciali con funzionari coinvolti nell’attuazione della legge sulla sicurezza nazionale a Hong Kong

4 luglio 2020

Il ministro della Difesa turco si reca in Libia

Il ministro della Difesa e il capo dello Stato Maggiore di Ankara si sono recati a Tripoli per incontrare il leader del Governo di Accordo Nazionale Fayez al-Sarraj. A detta di alcune fonti, l’incontro avrebbe portato alla firma di un accordo che tutelerebbe gli interessi turchi in Libia.

4 luglio 2020

Mar Cinese Meridionale: esercitazione RPC,USA inviano portaerei

Due portaerei americane hanno avviato un’operazione nelle acque del Mar Cinese Meridionale, il 4 luglio, mentre è in corso anche un’esercitazione dell’esercito cinese che ha ricevuto forti critiche da Vietnam, Filippine e USA.

4 luglio 2020

Hong Kong: ultimi aggiornamenti

Le autorità di Hong Kong hanno criticato il Canada per la sospensione del trattato di estradizione con l’isola e l’esportazione di prodotti militari sensibili, parallelamente si è verificato il primo arresto per incitazione alla secessione e al terrorismo

4 luglio 2020

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.