Il fatto più importante della settimana, Siria e Germania

La Magistratura tedesca, il 13 gennaio, ha condannato all’ergastolo Anwar Raslan, ex colonnello dei servizi di intelligence siriani. L’uomo è stato accusato di crimini contro l’umanità, nel quadro di uno dei primi processi penali al mondo riguardanti crimini attribuiti al governo del presidente siriano, Assad

14 gennaio 2022

Marocco: economia in ripresa, ma disoccupazione e inflazione preoccupano

Secondo la Banca mondiale, a seguito della crisi generata dalla pandemia di Covid-19, l’economia marocchina potrebbe avviarsi verso un percorso di “normalizzazione”, il quale, però, richiede l’adozione di riforme strutturali. Nel frattempo, le famiglie marocchine non hanno smesso di manifestare il proprio allarmismo a proposito di disoccupazione e potere d’acquisto

16 gennaio 2022

Ucraina: i sospetti del cyberattacco ricadono sull’intelligence bielorussa

Le autorità ucraine hanno dichiarato, sabato 15 gennaio, che dietro al cyberattacco contro i siti governativi del Paese vi sarebbe l’intelligence bielorussa

16 gennaio 2022

Giamaica: ex senatore haitiano arrestato per l’omicidio di Moise

Le autorità giamaicane hanno arrestato, sabato 15 gennaio, un ex senatore haitiano, John Joel Joseph, accusato di essere uno dei principali sospetti dell’omicidio del presidente haitiano, Jovenel Moise

16 gennaio 2022

USA: sequestro di una sinagoga per il rilascio di “Lady Al-Qaeda”

Nella notte tra il 15 e il 16 gennaio, la SWAT dell’FBI ha fatto irruzione in una sinagoga in Texas per liberare gli ostaggi, presi in cattura da un uomo armato che richiedeva il rilascio di Aaifa Siddiqui, la neuroscienziata pakistana conosciuta come “Lady Al-Qaeda”

16 gennaio 2022

Giordania-Siria: ufficiale dell’Esercito ucciso in uno scontro lungo il confine

Un ufficiale dell’Esercito della Giordania è rimasto ucciso, mentre altri tre soldati sono rimasti feriti, domenica 16 gennaio, a seguito di una sparatoria avvenuta lungo il confine con la Siria

16 gennaio 2022

Somalia: attentato di al-Shabaab ferisce il portavoce del governo

Il portavoce del governo somalo, Mohamed Ibrahim Moalimuu, è stato ferito, domenica 16 gennaio, in un attentato suicida di cui il gruppo estremista, al-Shabaab, ha rivendicato la responsabilità

16 gennaio 2022

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.