Italia e Germania, due pesi piuma della politica internazionale

L’Italia è spesso accusata di non avere un ruolo internazionale adeguato al suo peso economico. Nonostante il crollo del Pil, causato dal coronavirus, l’Italia resta uno dei Paesi più ricchi del mondo e, di conseguenza, uno dei più importanti d’Europa. Nei momenti di scoramento, comprensibili in questa fase tormentata, gli italiani potrebbero forse risollevarsi considerando […]

3 agosto 2020

Egitto: in arrivo i caccia russi Su-35, Washington in allerta

Il primo lotto di jet da combattimento russi Sukhoi Su-35 è in viaggio verso l’Egitto, come stabilito da un accordo militare tra Mosca e Il Cairo che gli Stati Uniti non vedono di buon occhio. A confermare la notizia, le foto di cinque caccia russi in volo proprio verso il Paese nordafricano

3 agosto 2020

Libia: Haftar davanti alla Corte negli USA, fervono i preparativi a Sirte

Mentre le forze tripoline e dell’LNA continuano a prepararsi per una possibile imminente battaglia presso Sirte e al-Jufra, Haftar, a detta di fonti USA, risponderà in Virginia per le “atrocità” commesse nel corso delle campagne militari in Libia

4 agosto 2020

Egitto: crescita “senza precedenti” della spesa per investimenti

Il ministro egiziano delle Finanze, Mohamed Maait, ha rivelato che il suo Paese sta assistendo ad una crescita “senza precedenti” della spesa pubblica per investimenti, nell’anno finanziario 2020/2021. Il governo ha stanziato nel settore circa 280,7 miliardi di sterline egiziane, un aumento del 35% rispetto all’anno precedente

4 agosto 2020

Somalia: due attentati in un giorno, si indaga su al-Shabaab

Un attacco condotto con l’utilizzo di granate è stato effettuato, lunedì 3 agosto, nella regione del Basso Shabelle, in Somalia, uccidendo un vice commissario distrettuale e ferendo altre 5 persone. Nella stessa giornata, un attentatore suicida si è fatto esplodere in un famoso ristorante della capitale, Mogadiscio

4 agosto 2020

Libano: potente esplosione nel porto di Beirut

Una potente esplosione ha devastato il porto di Beirut, il 4 agosto. La detonazione sembra essere avvenuta in un magazzino contenente materiali altamente esplosivi, come nitrato di ammonio. I feriti sono 3.700 e i morti almeno 73

4 agosto 2020

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.