Scarica l’app di Sicurezza Internazionale per il tuo smartphone

Da oggi leggere Sicurezza Internazionale è molto più semplice, rapido e intuitivo.

16 gennaio 2020

Colpo di Stato in Sudan, agli arresti il primo ministro

Il Ministero dell’Informazione sudanese ha riferito, lunedì 25 ottobre, che le forze militari del Paese hanno assediato l’abitazione del primo ministro, Abdalla Hamdok, dichiarandolo agli arresti domiciliari. Durante il colpo di stato, anche altri 5 esponenti del governo sudanese sono stati arrestati

25 ottobre 2021

Colpo di Stato militare in Sudan: governo dissolto, imposto lo stato d’emergenza

Il generale Abdel Fattah al-Burhan ha sciolto il governo di transizione e annunciato lo stato di emergenza. Intanto, i sostenitori dell’esecutivo civile sono scesi in piazza e anche gli Stati Uniti e l’Unione Africana hanno criticato tale svolta

25 ottobre 2021

Libano: le elezioni parlamentari, un nuovo terreno di scontro

Il Libano è in attesa di scoprire cosa accadrà alla sessione del Parlamento volta a discutere del rifiuto del presidente libanese, Aoun, della recente legge sulle elezioni legislative. Queste, inizialmente previste per l’8 maggio 2022, sono state successivamente calendarizzate per il 27 marzo. Il capo di Stato, però, si è opposto a tale cambiamento

25 ottobre 2021

Sudan: dalla faida tra civili e militari al colpo di Stato

In Sudan, la transizione democratica ha affrontato, negli ultimi mesi, serie minacce dovute all’esplosione di proteste a favore sia dei leader civili sia di quelli militari e a seguito di un fallito golpe, avvenuto poche settimane fa. Ciò ha generato una nuova crisi politica, esplosa, lunedì 25 ottobre, nel colpo di stato contro il governo del primo ministro, Abdalla Hamdok

25 ottobre 2021

India: il ministro dell’Interno visita il Kashmir, ucciso un civile

Un civile è stato ucciso a colpi di arma da fuoco in Kashmir, mentre le autorità hanno rafforzato la sicurezza in tutto il territorio per la visita del ministro dell’Interno indiano, Amit Shah

25 ottobre 2021

Mali: espulso il rappresentante speciale dell’ECOWAS

Il governo di transizione del Mali ha chiesto al rappresentante speciale della Comunità Economica degli Stati dell’Africa Occidentale (ECOWAS) di lasciare il Paese entro 72 ore

25 ottobre 2021

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.