L’Italia, la Libia e lo scandalo delle armi ad Haftar

Che l’Italia sia riuscita a mantenere Tripoli è una specie di miracolo, a giudicare dai documenti riservati appena pubblicati dal “Washington Post”: l’amministrazione Trump, con grave danno per l’Italia, aveva chiuso gli occhi davanti alla vendita di armamenti, che avrebbero capovolto i rapporti di forza in favore del generale Haftar. Siamo nel giugno 2019 e […]

23 febbraio 2021

Il Congo e il suo tragico contesto

La Repubblica democratica del Congo balza alle cronache dopo l’uccisione dell’ambasciatore Luca Attanasio e del carabiniere Vittorio Iacovacci. Per comprendere ciò che accade in questo Paese martoriato, occorre partire dai fatti più recenti. I problemi sono iniziati quando tutti speravano che sarebbero finiti, il 30 dicembre 2018, giorno delle prime elezioni democratiche della storia moderna […]

24 febbraio 2021

Yemen: Abu Dhabi continua ad armare i combattenti di Socotra

Le autorità di Socotra hanno accusato gli Emirati Arabi Uniti di continuare a sostenere i combattenti dell’isola yemenita, rischiando di minare le intese raggiunte con il governo legittimo nel quadro del cosiddetto Accordo di Riad

28 febbraio 2021

Libia: la Camera dei Rappresentanti discuterà del voto di fiducia l’8 marzo

La Camera dei Rappresentanti di Tobruk si riunirà l’8 marzo per parlare del voto di fiducia al nuovo esecutivo transitorio della Libia. L’evento dovrebbe avvenire a Sirte ma le forze del Governo di Accordo Nazionale di Tripoli non hanno dato garanzie sulla sicurezza della città

28 febbraio 2021

Yemen: continuano gli scontri a Ma’rib, missili contro Riad

Circa 50 persone sono morte negli scontri nel governatorato di Ma’rib tra le forze del governo yemenita e quelle dei ribelli sciiti Houthi. La coalizione di Stati guidati dall’Arabia Saudita ha neutralizzato un attacco missilistico degli Houthi contro Riad e almeno altre sei aggressioni nel Sud del Regno

28 febbraio 2021

Esplosione nel Golfo di Oman: per Israele l’Iran è il responsabile

Il ministro della Difesa di Israele ha affermato che, secondo prime valutazioni, la responsabilità dell’esplosione che ha colpito un’imbarcazione di proprietà israeliana mentre navigava nel Golfo di Oman potrebbe essere dell’Iran. La nave è arrivata a Dubai per essere riparata e ispezionata

28 febbraio 2021

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.