La Libia corre verso la guerra

L’interesse nazionale dell’Italia nel Mediterraneo è in pericolo. La guerra tra Turchia ed Egitto in Libia, che si profila all’orizzonte, avrebbe un impatto negativo per tutti gli italiani. Ci auguriamo che una simile guerra non scoppi, ma i fatti inducono al pessimismo. Prima di ragionare sul governo Conte, è necessario fornire un resoconto degli eventi […]

14 luglio 2020

Coronavirus: Portogallo vara piano per l’inverno

Lisbona punta ad aumentare le risorse umane, rafforzare la capacità degli ospedali e delle unità di terapia intensiva, le capacità di vaccinare, di aumentare la capacità di test a livello del Sistema Sanitario Nazionale, per preparare la risposta covid e non-covid per l’inverno

14 luglio 2020

La Costa d’Avorio crea una zona militare al confine con il Burkina Faso

La Costa d’Avorio ha creato una zona militare speciale, nel Nord del Paese, in risposta all’attacco di un mese fa contro un posto di blocco militare situato lungo la frontiera con il Burkina Faso

14 luglio 2020

Ultimatum della Turchia in Libia: Haftar deve ritirarsi da Sirte

Il ministro degli Esteri turco, Mevlüt Çavuşoğlu, ha dichiarato che il governo di Tripoli, appoggiato da Ankara, lancerà un’operazione militare contro Sirte e Jufra se le forze armate del generale Khalifa Haftar non si ritireranno dalle due città

14 luglio 2020

Bahrein: il Regno dove vige la pena di morte

La Corte Suprema del Bahrein ha condannato a morte due uomini accusati di essere i responsabili di un attentato in cui, nel 2014, rimase ucciso un poliziotto

14 luglio 2020

Madagascar: 2 parlamentari morti per coronavirus e 25 infetti

Il presidente del Madagascar, Andry Rajoelina, ha rivelato che due parlamentari sono morti dopo essere stati contagiati dal coronavirus e circa una ventina sono risultati positivi, nonostante continui la campagna di promozione del Covid Organics, la “bevanda curativa” presentata dalla presidenza come rimedio contro il virus

14 luglio 2020

Il Regno Unito vieta l’uso delle apparecchiature 5G di Huawei

Il governo della Gran Bretagna ha deciso, il 14 luglio, di bandire Huawei dalle reti 5G inglesi, ordinando alle società di telecomunicazioni di rimuovere le proprie apparecchiature entro il 2027

14 luglio 2020

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.