Guinea

    Guinea: la giunta militare presenta la “carta della transizione”

    29 settembre 2021

    Il governo militare della Guinea ha presentato una “carta della transizione” che, a suo dire, riporterà il Paese ad un governo civile. Il documento fissa una serie di obiettivi, tra cui la stesura di una nuova Costituzione e lo svolgimento di elezioni “libere, democratiche e trasparenti”

    Guinea: i golpisti ignorano le sanzioni dell’ECOWAS

    20 settembre 2021

    Il leader del colpo di stato militare in Guinea, Mamady Doumbouya, ha fatto sapere ad una delegazione di rappresentanti della Comunità Economica degli Stati dell’Africa occidentale (ECOWAS) di non essere preoccupato per le nuove sanzioni imposte dal blocco, il 16 settembre, per spingere le autorità ad una rapida transizione verso un governo costituzionale

    ECOWAS impone sanzioni contro Mali e Guinea dopo i colpi di Stato

    17 settembre 2021

    La Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale (ECOWAS) ha imposto sanzioni contro il governo militare della Guinea e contro coloro che rallentano la transizione post-golpe in Mali, tentando, con questa mossa, di fare pressione sui Paesi della regione

    Guinea: i militari iniziano le consultazioni per un governo di transizione

    15 settembre 2021

    La giunta militare che, il 5 settembre, ha estromesso il presidente della Guinea, Alpha Conde, ha avviato consultazioni, della durata di circa una settimana, con i leader politici, religiosi e gli uomini d’affari del Paese. Il dialogo, hanno dichiarato i militari ora al potere, porterà alla formazione di un governo di transizione

    Il fatto più importante della settimana, Guinea

    10 settembre 2021

    In Guinea, il tenente colonnello Mamady Doumbouya, leader del colpo di stato militare, ha promesso un governo di transizione di unità nazionale e una “nuova era per la politica e lo sviluppo economico”, ma non ha ancora spiegato esattamente cosa ciò comporterà né in quanto tempo avverranno i cambiamenti

    L’ECOWAS sospende l’adesione della Guinea dopo il golpe militare

    9 settembre 2021

    La Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale (ECOWAS) ha sospeso l’adesione della Guinea, dopo il colpo di stato militare che ha rimosso il presidente, Alpha Conde, il 5 settembre. L’organizzazione ha altresì chiesto il ritorno all’ordine costituzionale e l’immediato rilascio di Conde, arrestato dalle forze speciali guidate dal tenente colonnello Mamady Doumbouya

    Guinea: i militari cominciano a subentrare ai civili

    7 settembre 2021

    I militari che hanno effettuato il colpo di stato in Guinea hanno consolidato la presa del potere con l’insediamento di ufficiali dell’esercito ai vertici delle otto regioni e dei vari distretti amministrativi del Paese

    Gli interessi economici della Russia nelle riserve di bauxite in Guinea

    7 settembre 2021

    Il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha dichiarato, martedì 7 settembre, che la Russia teme che il golpe in Guinea possa avere ripercussioni negative sul mercato dell’alluminio e su Rusal, società russa operante nel Paese e leader nel settore minerario

    Guinea: i golpisti annunciano la transizione

    7 settembre 2021

    In Guinea, i golpisti hanno promesso di istituire un governo di transizione, di unità nazionale, dopo aver deposto, il 5 settembre, il presidente, Alpha Conde, e aver sciolto il suo governo

    Guinea: forze speciali dell’esercito portano a termine un colpo di stato

    6 settembre 2021

    Il capo delle forze speciali militari della Guinea, il tenente colonnello Mamady Doumbouya, un ex ufficiale della Legione straniera, ha annunciato alla tv nazionale di aver “sciolto il governo e annullato la Costituzione”, di aver catturato il presidente, Alpha Conde, di aver istituito un coprifuoco nazionale “fino a nuovo avviso” e di aver sostituito i governatori regionali con i militari

    Guinea: disordini nella capitale

    5 settembre 2021

    Nella capitale della Guinea Conakry sono stati sferrati pesanti colpi di arma da fuoco vicino al palazzo presidenziale. Secondo diverse fonti, dietro i disordini potrebbe esserci un’unità d’élite dell’Esercito nazionale, guidata dal colonnello Mamady Doumbouya

    OMS, Ebola: rischio “molto alto” per i Paesi confinanti con la Guinea

    5 marzo 2021

    L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dichiarato che il rischio che l’epidemia di Ebola si diffonda nei Paesi confinanti con la Guinea è “molto alto” e che alcuni di questi Stati a rischio non sono preparati per le campagne di vaccinazione

    OMS: in arrivo i vaccini contro l’Ebola in Guinea

    18 febbraio 2021

    Più di 11.000 vaccini contro l’Ebola sono in arrivo nella capitale della Guinea, Conakry, dopo che il Paese ha dichiarato l’inizio di una nuova epidemia

    Guinea: Condé verso un terzo mandato presidenziale

    24 ottobre 2020

    Il presidente uscente della Guinea, Alpha Condé, ha vinto le elezioni presidenziali dello scorso 18 ottobre con il 59,5% dei voti, secondo un conteggio preliminare eseguito dalla commissione elettorale del Paese e reso pubblico il 24 ottobre

    Guinea: proteste dopo le elezioni, almeno 9 morti

    22 ottobre 2020

    Nove persone, tra cui un ufficiale di polizia, sono morte in Guinea, dopo giorni di manifestazioni scoppiate a seguito delle elezioni presidenziali del 18 ottobre

    Guinea: la “guerra” tra governo e opposizione

    24 settembre 2020

    Il presidente della Guinea, Alpha Condé, ha chiesto ai suoi alleati di unirsi in vista delle elezioni del 18 ottobre, affermando che è in atto una “guerra” tra il suo governo e l’opposizione

    Guinea-Francia: accusato di corruzione il presidente Alpha Condé

    4 agosto 2020

    L’opposizione della Guinea ha denunciato il diffuso sistema di corruzione portato avanti dal presidente Alpha Condé e dalla sua amministrazione

    Guinea: dopo il lockdown, riprendono le proteste anti-governative

    24 luglio 2020

    Nella capitale della Guinea, Conakry, sono riprese le proteste antigovernative dopo una pausa, lunga circa 2 mesi, dovuta alle restrizioni imposte dalla pandemia di coronavirus. Insieme alle manifestazioni, sono ricominciati anche gli scontri tra civili e forze di sicurezza

    • 1
    • 2
Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.