Hai cercato: il fatto più importante della settimana

Voto per elezioni in Iraq. Fonte: Wikimedia Commons

Il fatto più importante della settimana, Iraq

La popolazione irachena è stata chiamata a recarsi alle urne, il 10 ottobre, per le elezioni legislative anticipate. Si tratta di una delle maggiori richieste emerse dall’ondata di mobilitazione popolare scoppiata il primo ottobre 2019

Bandiera tunisina. Fonte: Wikimedia Commons

Il fatto più importante della settimana, Tunisia

Il presidente Kais Saied ha conferito a una donna, Nejla Bouden Ramadan, l’incarico di primo ministro. La nomina ha fatto seguito alle misure introdotte dal presidente, tra cui l’estromissione dell’ex premier, che hanno provocato una fase di stallo nel Paese Nord-africano

sudan army

Il fatto più importante della settimana, Sudan

Le autorità sudanesi hanno riferito, il 21 settembre, di essere riuscite a contenere un tentativo di colpo di Stato da parte di un gruppo di soldati e di aver riportato la situazione sotto controllo. Funzionari del governo hanno precisato che un numero indefinito di truppe del corpo corazzato stava tentando di occupare le istituzioni governative, ma è stato fermato sul colpo

Korean_Peninsula_corea sud e nord

Il fatto più importante della settimana, Corea del Nord e Corea del Sud

La Corea del Sud ha accusato Pyongyang di aver lanciato due missili balistici al largo della costa orientale della penisola, in direzione del Giappone, il 15 settembre. Il giorno precedente, il 14 settembre, gli inviati per il nucleare di Giappone, Stati Uniti e Corea del Sud avevano tenuto colloqui a Tokyo, proprio per discutere dei programmi missilistici e nucleari della Corea del Nord. L’incontro arrivava all’indomani di un altro “strategico” test missilistico effettuato da Pyongyang

Repubblica di Guinea in Africa. Fonte: Wikimedia Commons

Il fatto più importante della settimana, Guinea

In Guinea, il tenente colonnello Mamady Doumbouya, leader del colpo di stato militare, ha promesso un governo di transizione di unità nazionale e una “nuova era per la politica e lo sviluppo economico”, ma non ha ancora spiegato esattamente cosa ciò comporterà né in quanto tempo avverranno i cambiamenti

Flag-Algeria-Morocco

Il fatto più importante della settimana, Algeria e Marocco

L’Algeria, il 24 agosto, ha annunciato ufficialmente di aver interrotto le relazioni diplomatiche con il Marocco, a seguito di “azioni ostili” e delle accuse rivolte contro Rabat di sostegno a organizzazioni terroristiche. Il Regno marocchino, pur dicendosi rammaricato della decisione di Algeri, ha respinto le accuse “false” della controparte algerina, la cui mossa sarebbe ingiustificata

People take part in a demonstration against the government of Cuban President Miguel Diaz-Canel in Havana, on July 11, 2021. - Thousands of Cubans took part in rare protests Sunday against the communist government, marching through a town chanting "Down with the dictatorship" and "We want liberty." (Photo by YAMIL LAGE / AFP) (Photo by YAMIL LAGE/AFP via Getty Images)

Il fatto più importante della settimana, Cuba

A Cuba, migliaia di persone sono scese in piazza, domenica 11 luglio, in una giornata di rare manifestazioni anti-governative, per protestare contro la situazione determinata dalla pandemia di coronavirus e dalla crisi economica. Il 13 luglio, un uomo è stato ucciso durante uno scontro tra manifestanti e forze di sicurezza in un quartiere periferico dell’Avana

Bandiera dell'Etiopia. Fonte: Wikipedia

Il fatto più importante della settimana, Etiopia

In Etiopia, i combattenti tigrini hanno ripreso il controllo di gran parte del territorio della regione settentrionale del Tigray, un giorno dopo aver riconquistato la capitale regionale, Mekelle. L’operazione militare del governo federale è stata temporaneamente sospesa, nella serata di lunedì 28 giugno, con una dichiarazione di cessate il fuoco unilaterale e immediata

Navi Mar Nero

Il fatto più importante della settimana, Russia e Regno Unito

La Flotta del Mar Nero della Federazione Russa, insieme alle autorità di frontiera del Paese, hanno aperto il fuoco lungo la rotta della nave da guerra britannica Defender perché quest’ultima aveva violato di tre chilometri il confine russo, al largo della costa della Crimea. Il Regno Unito, tuttavia, nega le dichiarazioni di Mosca