Afghanistan-Iran: scontro a fuoco tra talebani e forze armate di confine iraniane

Pubblicato il 1 dicembre 2021 alle 19:42 in Afghanistan Iran

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il primo dicembre, si è verificato uno scontro a fuoco tra talebani e forze armate iraniane al confine tra Iran e Afghanistan. Secondo la stampa iraniana si tratterebbe di un “malinteso”. 

La notizia è stata riferita dagli abitanti dell’area, che sul lato afghano ha interessato la provincia di Nimroz e su quello iraniano la provincia del Sistan e Baluchistan, e riportata dalla stampa iraniana. Anche sui social media sono stati pubblicati video al riguardo, in cui si vedono uomini pesantemente armati su entrambi i fronti di combattimento. Le prime testimonianze riferivano che un gruppo di uomini armati afghani si era scontrato con alcuni contadini iraniani le cui terre attraversano un muro di confine che l’Iran ha recentemente costruito per frenare il contrabbando e il traffico di droga. 

Secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa iraniana Tasnim si sarebbe trattato di un “malinteso”. Anche in questo caso è stato fatto riferimento all’erezione di muri in quella zona di confine, per limitare i traffici illeciti. Più tardi, la stessa agenzia ha riportato una dichiarazione al riguardo rilasciata dal portavoce del Ministero degli Esteri iraniano, che ha annunciato che la questione era stata gestita e si era conclusa con il coordinamento delle forze di frontiera di entrambe le parti. 

Iran e Afghanistan condividono un confine lungo oltre 900 chilometri e un passato comune che ha visto la cultura e la lingua persiana influenzare in modo particolare la regione occidentale afghana. Il confine rappresenta anche un luogo di scambi, leciti ed illeciti. Uno dei settori per cui i due Paesi hanno un ruolo strategico, per quanto riguarda il commercio, è sicuramente quello petrolifero. A causa delle sanzioni statunitensi, Teheran ha visto diminuire i possibili acquirenti di greggio, con una conseguente crisi. Tuttavia, nel vicino Afghanistan ha comunque venduto circa 400.000 tonnellate di carburante, da maggio 2020 a maggio 2021, secondo un rapporto pubblicato da PetroView, una piattaforma iraniana di ricerca e consulenza su petrolio e gas. Dall’altra parte, i flussi di carburante iraniano sono stati vitali per l’Afghanistan negli ultimi anni, secondo un report del governo afghano, visionato dall’agenzia di stampa Reuters

In ogni caso, insieme agli altri Paesi della regione, l’Iran rimane cauto a seguito dei recenti cambiamenti interni in Afghanistan, con la presa di potere dei talebani, il 15 agosto, e il ritiro delle truppe straniere, dopo oltre due decenni di permanenza. A tale proposito, il 5 ottobre, Pakistan e Iran hanno discusso della sicurezza regionale in relazione alla situazione afghana, sottolineando il tema delle frontiere. I colloqui arrivavano a circa una settimana di distanza da un attacco che aveva colpito il confine iraniano-pakistano. Nel resoconto sull’incontro, Islamabad aveva dichiarato che l’attuale situazione in Afghanistan aveva richiesto un impegno positivo della comunità internazionale, fornitura urgente di assistenza umanitaria per alleviare le sofferenze del popolo afghano e misure per aiutare a costruire un’economia sostenibile. A tal proposito, Iran e Pakistan avevano affermato che si sarebbero coordinate in seno ai forum bilaterali e regionali sul tema.

Leggi Sicurezza Internazionale, il quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Maria Grazia Rutigliano 

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.