Turchia: nuova operazione antiterrorismo contro il PKK

Pubblicato il 16 novembre 2021 alle 10:17 in Medio Oriente Turchia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Turchia ha lanciato la nuova operazione antiterrorismo “Eren Winter-3 Martyr” contro i militanti del Partito dei Lavoratori Curdi (PKK), nelle province orientali e Sud-orientali di Bingol e Diyarbakir. Secondo quanto riferito dal Ministero dell’Interno, la missione mira a eliminare la presenza dal territorio turco del gruppo separatista e di neutralizzare le sue roccaforti nelle regioni in questione. Complessivamente, prenderanno parte all’operazione 2.103 membri del personale della sicurezza e 134 squadre operative.

In oltre 35 anni, il PKK, considerato un’organizzazione terroristica dalla Turchia, fagli USA e dall’Unione Europea, è stato ritenuto responsabile della morte di 40.000 persone, tra cui donne e bambini. Oltre che in Turchia, il PKK è attivo nel Nord dell’Iraq e partecipa all’Unità di protezione popolare (YPG) in Siria, dove è stato molto attivo nella lotta contro l’ISIS. Il PKK ha anche una sezione iraniana, il Kurdistan Free Life Party (PJAK), che, dal 2004, ha combattuto a fianco di Teheran in numerose occasioni.

Il 16 novembre, nell’ambito di un intervento in una seduta parlamentare, il ministro della Difesa turco, Hulusi Akar, ha reso noto che, dal 24 luglio 2015, le forze di sicurezza turche hanno neutralizzato 32.901 terroristiappartenenti a diverse organizzazioni. Dall’inizio del 2021, invece, ne sono stati neutralizzati 2,426. Il ministro ha specificato che, con il termine “neutralizzati”, si intendono sia i terroristi uccisi, sia quelli che si sono arresi e sono stati arrestati.

A partire dal 2016, Ankara ha avviato una serie di operazioni antiterrorismo lungo i suoi confini e nel Nord della Siria per prevenire la formazione di corridoi che permettessero ai terroristi di penetrare liberamente in territorio turco. La prima operazione è stata Euphates Shield, lanciata il 24 agosto 2016 e conclusa ufficialmente il 29 marzo 2017; la seconda operazione è stata Olive Branch, avviata il 20 gennaio 2018 e terminata il 18 marzo dello stesso anno; mentre la terza è stata Peace Spring, più breve delle altre, dal 9 al 17 ottobre 2019.

Leggi Sicurezza Internazionale, il quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.