Il Gruppo di Visegrád chiede finanziamenti alla Corea del Sud

Pubblicato il 4 novembre 2021 alle 20:29 in Corea del Sud Ungheria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

I leader del Gruppo di Visegrád (V4), ovvero Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia e Ungheria hanno incontrato il presidente Sud-coreano, Moon Jae-in, il 4 novembre, nella capitale ungherese Budapest, per discutere di investimenti nella linea ferroviaria rapida che collega Budapest a Varsavia.

Il primo ministro ungherese, Viktor Orban, ha dichiarato che il potenziale investimento ferroviario potrebbe essere la “più grande impresa comune dei Paesi V4” e che la Corea del Sud ha sviluppato tecnologie in questo campo. Per Orban, per realizzare un corridoio di viaggio da Sud a Nord in Europa è necessario collegare le capitali dei Paesi del V4 con un treno rapido, aggiungendo che l’investimento ferroviario avrebbe come obiettivo ridurre i tempi di viaggio sulla linea di 800 chilometri da dodici a cinque ore. Orban ha affermato di sperare che l’industria Sud-coreana sia interessata al progetto. Al briefing con i media a termine dell’incontro a Budapest, ciascuno dei leader ha sottolineato le crescenti relazioni commerciali bilaterali tra la Corea del Sud e il V4, che secondo Orban sono aumentate del 40% negli ultimi cinque anni e hanno raggiunto un record di 20 miliardi di dollari nel 2020.

Il primo ministro polacco, Mateusz Morawiecki, ha affermato che la Corea del Sud dovrebbe “considerare il V4 come il partner più importante dell’UE”. Morawiecki ha osservato che oltre il 30% delle esportazioni totali della Corea del Sud verso l’UE finisce nei Paesi V4, aggiungendo che “siamo economie aperte e ci aspettiamo che lo siano anche i nostri partner”. Il primo ministro ceco, Andrej Babis, ha poi esortato la Corea del Sud a fare un’offerta per un progetto per rinnovare una centrale nucleare a Dukovany, in Repubblica Ceca, affermando che la Nazione dell’Asia orientale ha “tecnologie eccellenti” e che i due Paesi avevano già condotto “colloqui piuttosto intensi”. Il primo ministro slovacco, Eduard Heger, ha affermato che il V4 mira a sviluppare un’ulteriore cooperazione con la Corea del Sud nella lotta contro il coronavirus, compresa la condivisione di apparecchiature quali test, vaccini, ventilatori e altri dispositivi medici.

Moon ha definito il V4 un “polo produttivo emergente in Europa” e ha osservato che il gruppo è il secondo partner commerciale più grande e la più grande destinazione di investimenti per la Corea del Sud nell’Unione europea (UE). Moon ha affermato che la produzione di batterie per veicoli elettrici è “il principale motore della nostra cooperazione bilaterale che si sta rafforzando”, aggiungendo che la Corea del Sud assumerà un “ruolo di primo piano” nello sviluppo dei trasporti, dell’energia e delle infrastrutture nei paesi V4. Il vertice dei leader V4 con Moon si colloca nell’ambito di un tour di nove giorni in Europa del presidente Sud-coreano. Moon ha precedentemente partecipato al vertice del Gruppo dei 20 a Roma e al vertice delle Nazioni Unite sul clima COP21 a Glasgow, in Scozia.

Moon è arrivato a Budapest il 2 novembre per una serie di colloqui con i leader di Ungheria, Polonia, Repubblica Ceca e Slovacchia. Poco dopo il suo arrivo, Moon ha visitato un sito commemorativo nel centro di Budapest per i 25 sudcoreani uccisi nell’affondamento della barca Hableany (Sirena) il 29 maggio 2019. L’Ungheria ha eretto un monumento in memoria delle 25 vittime coreane all’inizio del 2021, vicino al luogo dell’incidente sul fiume Danubio, dove i turisti coreani sono scomparsi dopo che la loro nave turistica si è capovolta ed è affondata dopo la collisione con una nave da crociera fluviale. Il 3 novembre, Moon ha incontrato il presidente ungherese, Janos Ader, e il primo ministro Orban.

Leggi Sicurezza Internazionale, il quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Camilla Canestri, interprete di cinese e inglese

di Redazione