Cina e USA continuano a parlare di economia

Pubblicato il 26 ottobre 2021 alle 16:34 in Cina USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il vice primo ministro di Pechino e capo della delegazione cinese per il dialogo economico globale tra Cina e USA, Liu He, e la segretaria al Tesoro degli USA, Janet Yellen, hanno avuto un incontro virtuale, il 26 ottobre.

In base a quanto riportato da parte cinese, i due hanno parlato della situazione macroeconomica e della cooperazione multilaterale e bilaterale. Liu e Yellen hanno affermato di ritenere che la ripresa dell’economia mondiale si trova in un momento fondamentale e per gli USA e la Cina è estremamente importante rafforzare la comunicazione e il coordinamento delle politiche macroeconomiche. La Cina ha espresso preoccupazione per le tariffe e le sanzioni statunitensi e per il trattamento equo delle società cinesi. Le due parti hanno deciso di continuare a comunicare. Washington ha riferito che i due hanno parlato degli sviluppi macroeconomici e finanziari negli Stati Uniti e in Cina, riconoscendo che quanto avviene nelle due economie ha importanti implicazioni per l’economia globale.

Il dialogo del 26 ottobre è arrivato dopo che Liu ha avuto un colloquio con la rappresentante per il commercio degli Stati Uniti, Katherine Tai, l’8 ottobre, durante il quale Pechino ha chiesto la cancellazione dei dazi statunitensi. Tai aveva precedentemente affermato che Washington avrebbe avviato un processo per esimere certi beni cinesi dai dazi imposti durante la guerra commerciale Cina-USA. Successivamente, i due Paesi hanno assistito alla firma di importanti accordi in materia energetica, primi fra tutti quelli tra l’azienda esportatrice statunitense Venture Global LNG e l’azienda statale cinese Sinopec per la fornitura di gas naturale liquefatto (GNL), del 20 ottobre.

L’ultimo colloquio tra Liu e Yellen, nonché il primo, risale allo scorso 2 giugno, quando le parti avevano rilanciato il dialogo economico. Lo scorso 27 maggio, Liu aveva già avuto una conversazione telefonica con Tai che era stata il primo dialogo tra i due su questioni commerciali.  I due incontri virtuali del vice premier Liu erano arrivati in un momento in cui l’amministrazione Biden, insediatasi il 20 gennaio scorso, stava conducendo una generale revisione della politica statunitense nei confronti della Cina.

A partire dal 2018, la Cina e gli USA sono state impegnate in una guerra commerciale durante la quale i due Paesi avevano imposto tariffe sui beni importati l’una dall’altra. In particolare, nel 2018 c’era stato un aumento reciproco dei dazi su 34 miliardi di beni importati l’uno dall’altro. Tale quadro si era poi progressivamente aggravato e, a maggio 2019, aveva visto un aumento dei dazi da parte statunitense del 25 % su 200 miliardi di prodotti cinesi e, a giugno 2019, l’incremento del 25% delle tariffe su 60 miliardi di prodotti statunitensi da parte cinese. Tale situazione era stata parzialmente attenuata dall’Accordo economico-commerciale “di fase 1” firmato il 15 gennaio 2020 alla Casa Bianca da Liu He e dall’ex presidente degli USA, Donald Trump. La firma era stata il primo passo concreto verso la fine della guerra dei dazi tra le due maggiori economie a livello mondiale.

Tuttavia, a partire dalla fine di agosto 2021, gli acquisti di beni statunitensi che la Cina si era impegnata a effettuare nel corso dell’anno sarebbero stati più bassi del previsto, per il 30% in meno, in base ad una stima del Peterson Institute for International Economics. Il disavanzo commerciale con gli Stati Uniti è poi aumentato a 42 miliardi di dollari a settembre 2021 rispetto ai 37,7 miliardi di dollari del mese precedente. Le importazioni dagli Stati Uniti sono aumentate del 17% a 15,4 miliardi di dollari a settembre, mentre le esportazioni sono aumentate del 31% a 57,4 miliardi di dollari.  L’accordo di fase 1 scadrà il 31 dicembre prossimo, prima del quale i presidenti dei due Paesi, Joe Biden e Xi Jinping, dovrebbero tenere un incontro virtuale.

Leggi Sicurezza Internazionale, il quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Camilla Canestri, interprete di cinese e inglese

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.