L’Iran avvia esercitazioni al confine con l’Azerbaigian

Pubblicato il 1 ottobre 2021 alle 17:01 in Azerbaigian Iran

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’esercito iraniano ha avviato esercitazioni vicino al confine con l’Azerbaigian, venerdì primo ottobre. Con questa mossa, Teheran intende mettere in mostra le sue capacità militari in prossimità di un vicino di cui è sempre più scettico per via dei legami che quest’ultimo sta approfondendo con l’Occidente e con Israele.

Artiglieria, droni ed elicotteri parteciperanno alle esercitazioni, secondo quanto reso noto da un rapporto dell’esercito, che non ha tuttavia specificato quanto dureranno le manovre o dove si terranno esattamente. L’Iran organizza spesso tali iniziative, dichiarando che, in questo modo, punta a valutare la prontezza al combattimento delle sue forze armate e a dimostrarne le capacità.

Le esercitazioni avvengono nel mezzo di crescenti tensioni lungo il confine. L’Iran è diffidente nei confronti di Baku, soprattutto per la sua profonda cooperazione militare con lo storico rivale di Teheran, Israele. Giovedì 30 ottobre, il ministro degli Esteri iraniano, Hossein Amirabdollahian, ha espresso le sue preoccupazioni all’ambasciatore azero nel Paese, Ali Alizadeh. “Non tolleriamo la presenza e le attività contro la nostra sicurezza nazionale da parte del regime sionista, o Israele, vicino ai nostri confini”, ha affermato Amirabdollahian, aggiungendo: “Adotteremo tutte le azioni necessarie al riguardo”. Il ministro ha definito “importanti” le relazioni tra Iran e Azerbaigian, ma ha insistito sul fatto che Teheran ha il “diritto” di tenere esercitazioni.

All’inizio di questa settimana, in un’intervista con l’agenzia statale turca Anadolu, il presidente dell’Azerbaigian, Ilham Aliyev, aveva dichiarato di essere rimasto sbalordito dalla notizia di esercitazioni pianificate da parte dell’Iran. “Ogni Paese può svolgere qualsiasi esercitazione militare sul proprio territorio. È un suo diritto sovrano. Ma perché adesso e perché al nostro confine?” ha riferito all’agenzia di stampa tre giorni fa. I commenti di Aliyev sono stati respinti dal portavoce del Ministero degli Esteri iraniano, Saeed Khatibzadeh. “Le esercitazioni svolte dal nostro Paese nelle aree di confine nord-occidentali sono una questione di sovranità”, ha affermato Khatibzadeh in una successiva dichiarazione.

L’Azerbaigian e Israele, che è uno dei principali fornitori di armi del governo azero, hanno rafforzato la loro alleanza militare negli ultimi mesi, con Tel Aviv che ha fornito droni ad alta tecnologia utili a Baku nel suo conflitto contro l’Armenia nella regione del Nagorno-Karabakh, esploso lo scorso anno. Le tensioni tra Iran e Azerbaigian hanno anche complicato la situazione lungo un passaggio di confine vitale tra i due Paesi, che i camion iraniani usano per trasportare carburante e altre merci all’Armenia. Nelle ultime settimane le autorità azere hanno bloccato la strada e arrestato due camionisti provenienti dall’Iran per aver tentato di percorrere il valico. La mossa ha innervosito le autorità di Teheran. Iran e Azerbaigian condividono un confine di circa 700 chilometri. La popolazione di etnia azera corrisponde a circa 10 degli 83 milioni di iraniani.

Il comandante iraniano delle forze di terra, il generale Kioumars Heidari, ha descritto la presenza di Israele in Azerbaigian come “un’interruzione della sicurezza” nella regione. Lo ha riportato, venerdì primo ottobre, l’agenzia di stampa ufficiale IRNA. “La nostra sensibilità verso il confine è aumentata e le attività di Israele qui sono completamente sotto la nostra sorveglianza”, ha detto poco dopo l’avvio delle esercitazioni. Pochi giorni fa, l’Azerbaigian ha ospitato per la prima volta manovre militari congiunte con le forze speciali turche e pakistane. L’iniziativa, denominata “Three Brothers-2021”, è iniziata il 12 settembre, si è conclusa il 20 e si è svolta principalmente nei pressi della capitale azera, Baku.

Leggi Sicurezza Internazionale, il quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Chiara Gentili

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.