I leader del Quad a favore di un Indo-Pacifico “libero” e “aperto”

Pubblicato il 25 settembre 2021 alle 9:11 in Asia USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

I membri del “Quad”, ufficialmente noto come Quadrilateral Security Dialogue, ovvero Stati Uniti, Giappone, India e Australia, si sono impegnati a perseguire l’obiettivo di creare una regione indo-pacifica libera, aperta e non limitata dalla coercizione”. I leader dei quattro Paesi, durante un vertice in presenza organizzato alla Casa Bianca, venerdì 24 settembre, hanno presentato un fronte unito contro le preoccupazioni provenienti dalla Cina. L’incontro è stato seguito con attenzione da Pechino, che ha criticato il gruppo descrivendolo come “destinato a fallire”.

“Noi sosteniamo lo stato di diritto, la libertà di navigazione e sorvolo, la risoluzione pacifica delle controversie, i valori democratici e l’integrità territoriale degli Stati”, hanno affermato, in una dichiarazione congiunta, il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, il primo ministro australiano, Scott Morrison, il primo ministro giapponese, Yoshihide Suga, e il primo ministro indiano, Narendra Modi. Sebbene la Cina non sia stata menzionata nelle osservazioni pubbliche dei quattro leader o nella lunga dichiarazione congiunta rilasciata alla fine dell’incontro, i colloqui hanno spesso menzionato la necessità di un comportamento basato sulle regole in una regione in cui una potenza cerca di mostrare la sua forza a discapito delle altre. 

“Insieme, ci impegniamo nuovamente a promuovere l’ordine libero, aperto e basato su regole, radicato nel diritto internazionale, per rafforzare la sicurezza e la prosperità nell’Indo-Pacifico e oltre”, hanno affermato i membri del Quad. I leader dei quattro Paesi hanno altresì espresso il loro sostegno ai piccoli Stati insulari della regione, in particolare quelli del Pacifico, sottolineando l’esigenza di migliorare la loro resilienza economica e ambientale. Inoltre, hanno esortato la Corea del Nord a impegnarsi nella diplomazia in merito ai suoi programmi di armi nucleari e missili balistici, cosa che Pyongyang si è rifiutata di fare a meno che non vengano ritirate le sanzioni internazionali. I governi dei quattro Paesi hanno infine preso provvedimenti per espandere i vaccini in tutto il mondo, accogliendo favorevolmente il piano dell’India di riprendere le esportazioni a ottobre.

Dopo l’incontro, Suga ha riferito ai giornalisti che lui e i suoi colleghi avrebbero concordato di cooperare su vaccini, sull’energia pulita e sullo spazio. I quattro avrebbero altresì deciso di tenere un vertice all’anno. Il presidente degli Stati Uniti, dal canto suo, ha affermato che i Paesi “si stanno unendo per affrontare le sfide chiave della nostra epoca, dal COVID al clima alle tecnologie emergenti”. “Sappiamo come portare a termine le cose e siamo all’altezza della sfida”, ha detto Biden durante le sue osservazioni di apertura alla riunione. Morrison ha fatto eco alle osservazioni del presidente USA, lodando soprattutto la spinta dei quattro Paesi a produrre un miliardo di vaccini contro il COVID-19. “Crediamo in un Indo-Pacifico libero e aperto, perché sappiamo che è ciò che offre una regione forte, stabile e prospera”, ha poi aggiunto il premier australiano.

Il Quad è considerato una sorta di contrappeso alla Cina nella regione indo-pacifica. I suoi leader si sono incontrati per la prima volta, in modalità virtuale, a marzo. Il vertice di venerdì arriva mentre Washington sta cercando di rafforzare le sue partnership nell’area. Il 15 settembre, Stati Uniti, Gran Bretagna e Australia hanno stretto una nuova alleanza trilaterale in materia di sicurezza, soprannominata AUKUS, che comprende uno sforzo congiunto per aiutare l’esercito australiano ad acquisire sottomarini a propulsione nucleare. Funzionari statunitensi affermano che il Quad e l’AUKUS abbiano lo scopo di aumentare la cooperazione tra alleati e non sarebbero diretti in particolare contro nessun Paese. Il segretario stampa della Casa Bianca, Jen Psaki, ha sottolineato, venerdì, che il Quad non è “un incontro di sicurezza o un apparato di sicurezza”. Il primo ministro indiano, Modi, che venerdì ha incontrato Biden alla Casa Bianca, ha dichiarato, da parte sua, che il Quad sarà una “forza per il bene globale”. “Sono fiducioso che la nostra cooperazione, sotto il Quad, garantirà prosperità e pace nell’Indo-Pacifico e nel mondo”, ha affermato.

Leggi Sicurezza Internazionale, il quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Chiara Gentili

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.