Kirghizistan: funzionari a Kabul per incontrare il ministro degli Esteri dei talebani

Pubblicato il 24 settembre 2021 alle 16:33 in Afghanistan Kirghizistan

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il vicepresidente del Consiglio di Sicurezza del Kirghizistan, Taalatbek Masadykov, e il capo del Dipartimento di politica Estera dell’amministrazione presidenziale del Kirghizistan, Jeenbek Kulubaev, hanno incontrato a Kabul, giovedì 23 settembre, alcuni funzionari del governo talebano, tra cui il ministro degli Esteri, Amir Khan Muttaqi.

A riportare il bilaterale, il medesimo giovedì, è stata l’agenzia di stampa kirghisa AKIpress, citando le dichiarazioni rilasciate dal portavoce del nuovo esecutivo dei talebani, Zabihullah Mujahid. Quest’ultimo, il medesimo giovedì, ha pubblicato su Twitter immagini dell’incontro, sottolineando che i funzionari kirghisi sono stati accolti da Muttaqi, il quale li ha “ringraziati per la loro assistenza”. Inoltre, l’emittente indipendente RFE/RL ha riferito che il ministro degli Esteri dei talebani ha sottolineato “l’importanza di instaurare [stabili] legami di cooperazione e assistenza” tra i due Paesi.

Il vertice è da collocare nel quadro dei crescenti timori della comunità internazionale, incerta se conferire al nuovo esecutivo talebano, annunciato l’8 settembre, il riconoscimento ufficiale. Inoltre, altrettanto rilevante è ricordare le dichiarazioni rilasciate dal leader kirghiso, Sadyr Japarov, durante il multilaterale dell’Organizzazione del Trattato di Sicurezza Collettiva (CSTO), tenutosi a Dushanbe, il 16 settembre. In tale occasione, Japarov ha sottolineato la necessità di avviare il dialogo con i rappresentanti del nuovo governo in Afghanistan a guida talebana. Sebbene l’ufficio stampa presidenziale kirghiso non abbia ancora rilasciato commenti riguardo l’incontro del 23 settembre, non sorprende il fatto che le autorità di Biskek abbiano già avviato i contatti con le controparti talebane. Come il Kirghizistan, anche gli altri Paesi dell’Asia Centrale, insieme a Russia e Cina, si sono già messi all’opera per stabilire quale direzione intraprendere rispetto al nuovo esecutivo talebano.

Sebbene il Kirghizistan non confini con l’Afghanistan, il Paese ha sempre svolto un ruolo chiave nelle dinamiche politiche Centro-Asiatiche. Nello specifico, da dicembre 2001 a giugno 2014, Biskek ha ospitato un’importante base aerea statunitense, nonché un centro di transito all’aeroporto internazionale di Manas situato nei pressi della capitale. Tali strutture hanno svolto un ruolo chiave per la missione a guida statunitense e NATO, l’International Security Assistance Force (ISAF), soprattutto durante l’amministrazione presidenziale di Barack Obama, quando quest’ultimo ha approvato il trasferimento di ulteriori truppe in Afghanistan, portando il contingente militare degli alleati a quota 100.000. In aggiunta, le numerose amministrazioni presidenziali kirghise si sono servite della base militare e l’hanno utilizzata come strumento per esercitare pressioni sulla Russia, la quale possiede una base aerea di Kant, situata ad Est della capitale. 

Analisti internazionali di The Diplomat hanno affermato che, considerando lo “scaltro” approccio che il Kirghizistan è solito adottare rispetto le questioni politiche Centro-Asiatiche, non è da escludere che il bilaterale del 23 settembre possa preoccupare i Paesi membri della Comunità degli Stati Indipendenti (CSI), e quelli dello Shangai Cooperation Organization (SCO).

Infine, è importante sottolineare che la recente strategia diplomatica del Kirghizistan rispetto al nuovo governo talebano non può essere comparata con gli approcci adottati dai confinanti Tagikistan e Uzbekistan. Come la maggior parte dei leader regionali, Japarov ha esortato i fondamentalisti a formare un nuovo governo “inclusivo”, sebbene non abbia spiegato a cosa facesse riferimento con tale dicitura.

Leggi Sicurezza Internazionale, il quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Anna Peverieri, interprete di russo e inglese

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.