Indonesia: approvato progetto australiano per l’energia solare

Pubblicato il 24 settembre 2021 alle 7:37 in Australia Indonesia Singapore

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’Indonesia ha approvato la realizzazione di un collegamento per l’energia solare tra Australia e Singapore, noto come Australia-Asia PowerLink o AAPowerLink e realizzato dalla società australiana Sun Cable, il 23 settembre. Jakarta ha acconsentito al progetto dopo una promessa di investimento di 2,5 miliardi di dollari da parte di sun Cable.

La rotta per l’energia solare che sarà realizzata da Sun Cable attraverserà le acque indonesiane e Jakarta ha approvato i permessi per la ricerca sottomarina. Il ministro di coordinamento degli Affari Marittimi e degli Investimenti, Luhut Binsar Panjaitan, ha affermato che l’esecutivo indonesiano ha valutato che il progetto avrà un impatto sostenibile per l’economia del Paese attraverso vari programmi di approvvigionamento che andranno a beneficio dell’industria e delle entrate del governo.

AAPowerlink genererà elettricità solare da uno dei più grandi progetti di parchi solari al mondo situato a Darwin, nel Territorio del Nord dell’Australia e trasmetterà energia da Darwin a Singapore a partire dal 2028. È stato previsto che il progetto fornirà fino al 15% del fabbisogno elettrico di Singapore e ridurrà le emissioni del Paese di circa sei milioni di tonnellate all’anno. AAPowerlink non fornirà energia rinnovabile direttamente all’Indonesia, ma ha promesso circa 1 miliardo di dollari di investimenti diretti per l’approvvigionamento di attrezzature e servizi, nonché ulteriori 1,5 miliardi di dollari di spese operative durante la durata del progetto. Quest’ultimo ha un valore di oltre 30 miliardi di dollari australiani e comprende la costruzione di un grande sito di produzione di energia solare nel Territorio del Nord dell’Australia e un sistema di cavi ad alta tensione sottomarino di circa 4.200 km da Darwin a Singapore.

Il CEO di Sun Cable, David Griffin, ha affermato che la propria società è entusiasta di annunciare che con il progetto AAPowerlink investirà 2,58 miliardi di dollari in Indonesia. “Vogliamo che questo progetto leader a livello mondiale crei un cambiamento radicale nella capacità dell’Indo-Pacifico di raggiungere l’obiettivo di zero emissioni e una crescita economica sostenuta dalle energie rinnovabili” ha dichiarato Griffin.

 Gli investimenti australiani in Indonesia si inseriscono in un momento storico in cui il governo di Jakarta sta cercando di attrarre investimenti esteri attraverso più iniziative.  Tra queste, l’Indonesia ha iniziato ad implementare la Legge Omnibus, del 5 ottobre 2020, che prevede ampie revisioni per 79 leggi in settori chiave quali il lavoro e la tassazione. Il suo testo è stato elaborato con lo scopo di attrarre investimenti, abbattendo regolamenti e adempimenti burocratici, accelerando il ritmo delle riforme economiche e migliorano l’ambiente degli investimenti indonesiano in generale.

Oltre alla Legge Omnibus, poi, il governo indonesiano ha istituito un fondo sovrano, la Indonesia Investment Authority (INA), annunciato per la prima volta il 7 ottobre 2020, per finanziare progetti di sviluppo locali, raccogliendo fondi da più fonti, quali, ad esempio, agenzie di sostegno allo sviluppo, compagnie a proprietà statale locali e investitori esteri. All’interno del progetto è possibile scegliere tra i fondi interni all’INA su quali riversare gli investimenti e gli ambiti comprendono infrastrutture, sanità, turismo, tecnologia e lo sviluppo di una nuova capitale nell’isola di Kalimantan. Al momento, hanno aderito al fondo Stati Uniti, Giappone, Canada, Paesi Bassi ed Emirati Arabi Uniti (UAE).

Leggi Sicurezza Internazionale, il quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Camilla Canestri, interprete di cinese e inglese

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.