USA: polemiche contro Biden per la stretta sui migranti al confine con il Messico

Pubblicato il 21 settembre 2021 alle 12:11 in Immigrazione USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Le organizzazioni che si occupano della difesa dei diritti umani negli Stati Uniti hanno criticato l’amministrazione del presidente Joe Biden per la decisione di espellere circa 12.000 migranti e richiedenti asilo, per lo più haitiani, accampati al confine tra Texas e Messico. Oltre alla polemica contro quella che è stata percepita da molti come un’espulsione di massa, le critiche sono aumentate dopo che i media USA hanno iniziato a diffondere immagini in cui si vedono agenti della polizia di frontiera americana a cavallo mentre usano la frusta contro i migranti al confine. “Orribile da vedere”, è stato il commento della portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, che ha aggiunto: “Ho visto alcune delle immagini, non ho il quadro completo ma non riesco a immaginare quale contesto lo renderebbe appropriato. Penso che nessun che abbia visto quelle immagini pensi sia accettabile”.

Il segretario del Dipartimento per la sicurezza interna degli Stati Uniti (DHS), Alejandro Mayorkas, ha dichiarato, lunedì 20 settembre, che circa 6.500 migranti e richiedenti asilo sono già stati trasferiti in centri di detenzione o messi su voli impiegati per il rimpatrio. Domenica 19 settembre, i primi aerei con a bordo i migranti di Del Rio, la cittadina americana di frontiera dove erano accampati, sono atterrati nella capitale di Haiti, Port-au-Prince.

“È completamente irragionevole”, ha detto ad Al Jazeera Steven Forester, coordinatore della politica sull’immigrazione presso l’Istituto per la giustizia e la democrazia ad Haiti, con sede negli Stati Uniti. “Non c’è modo che Haiti possa gestire le persone che sono arrivate ora nel Paese date le condizioni. Haiti non può provvedere a queste persone”, ha aggiunto.

Nel fine settimana, varie immagini diffuse sul web hanno mostrato centinaia di migranti haitiani che cercavano di attraversare il fiume Rio Grande, trasportando i propri averi sulla testa, per cercare di raggiungere gli Stati Uniti. Il DHS ha affermato che la stragrande maggioranza dei migranti sarà espulsa ai sensi del Titolo 42, un ordine emesso, nel marzo 2020, durante l’era Trump, in base al quale, a causa della pandemia di coronavirus, i migranti devono essere rimpatriati immediatamente senza possibilità di chiedere asilo. “Se vieni negli Stati Uniti illegalmente, verrai rimpatriato”, ha detto Mayorkas durante una conferenza stampa a Del Rio, lunedì 20 settembre, aggiungendo che gli Stati Uniti effettueranno fino a tre voli di espulsione al giorno. “Il vostro viaggio non avrà successo e metterete in pericolo la vostra vita e quella delle vostre famiglie”, ha aggiunto.

Haiti sta vivendo una situazione particolarmente difficile da quando il presidente, Jovenal Moise, è stato assassinato, nella notte tra il 7 e l’8 luglio, e un violento terremoto si è abbattuto sulla nazione, il 14 agosto. Il primo ministro haitiano, Ariel Henry, ha dichiarato, sabato 18 settembre, di essere “molto preoccupato per le condizioni estremamente difficili” che i suoi connazionali stanno vivendo al confine tra Stati Uniti e Messico, ma ha affermato che Haiti li sosterrà al loro ritorno nel Paese. Durante un briefing davanti alla stampa, lunedì 20 settembre, Jen Psaki ha affermato che il governo degli Stati Uniti ha in serbo una vasta “gamma di opzioni di programma e di supporto finanziario in atto” per assistere i cittadini e le autorità di Haiti, senza tuttavia specificare ulteriormente.

Molti dei migranti che si trovano al confine con il Texas sono fuggiti da Haiti anni fa e vivono in Sud America o aspettano in Messico da mesi o addirittura anni l’opportunità di chiedere asilo negli Stati Uniti. L’immigrazione al confine tra i due Paesi rappresenta una delle maggiori sfide per l’amministrazione del presidente Biden. Il mese scorso, oltre 200.000 migranti e richiedenti asilo, per lo più centroamericani, sono entrati negli Stati Uniti. La stragrande maggioranza è stata espulsa in Messico con il Titolo 42, ma diversi leader repubblicani accusano Biden di non fare abbastanza per impedire gli ingressi irregolari nel Paese. 

Leggi Sicurezza Internazionale, il quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.