Zambia: sostituzioni ai vertici degli ambienti militari

Pubblicato il 30 agosto 2021 alle 15:50 in Africa Zambia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il neoeletto presidente dello Zambia, Hakainde Hichilema, ha licenziato e sostituito i massimi vertici militari e di sicurezza del Paese, incluso l’ispettore generale del servizio di polizia, Kakoma Kanganja. La misura, decisa appena una settimana dopo il suo insediamento, segna l’intenzione di invertire la tendenza nel rispetto dei diritti umani. In una dichiarazione rilasciata domenica 29 agosto, Hichilema ha annunciato la nomina dei nuovi capi dell’esercito e dell’aeronautica. Si tratta, in particolare, di Dennis Alibuzwi, scelto al posto di William Sikazwe come nuovo capo di Stato maggiore dell’esercito, e di Collins Barry, nuovo capo di Stato maggiore dell’aeronautica in sostituzione di David Muma. Remmy Kajoba diventa invece il nuovo capo della polizia, sostituendo Kakoma Kanganja. 

“Sollevo tutti i commissari di polizia con effetto immediato”, ha detto il nuovo presidente, in un discorso televisivo alla nazione, senza motivare le sostituzioni. “Questa sera abbiamo apportato alcune modifiche alle ali della difesa e della sicurezza della nostra nazione. Il tenente generale Dennis Alibuzwi è il comandante dell’esercito e sarà sostituito dal maggiore generale Geoffrey Zyeele come vice comandante dell’esercito. Il generale Collins Barry è il nuovo comandante dell’aeronautica dello Zambia e sarà sostituito dal maggiore generale Oscar Nyoni come vice comandante delle forze aeree. Il tenente generale Patrick Solochi è il nuovo comandante del servizio nazionale dello Zambia e sarà sostituito dal maggiore generale Reuben Mwewa come vicecomandante. Il signor Remmy Kajoba è il nuovo ispettore generale di polizia e il suo vice per le operazioni è il signor Milner Muyambango, mentre Doris Chibombe è vice ispettore generale di polizia responsabile dell’amministrazione”, ha specificato Hichilema. Rimossi anche i capi di polizia delle province, dove il presidente ha annunciato che procederà a imminenti riforme e ad una riorganizzazione nella nomina dei commissari provinciali. “I nuovi responsabili dell’ufficio dovranno avere a cuore l’interesse della gente e servire diligentemente il Paese, garantendo nel contempo il rispetto dei diritti umani e delle libertà”, ha affermato ancora Hichilema, aggiungendo che la polizia dovrà effettuare controlli adeguati prima di arrestare i sospetti e che “nessuno dovrebbe essere arrestato prima che le indagini siano concluse”.

Hichilema, 59 anni, è entrato in carica il 24 agosto di quest’anno, dopo una vittoria netta contro il presidente uscente, Edgar Lungu. Ha ottenuto oltre il 60% dei voti e la sua nomina è stata il risultato dell’insoddisfazione dell’elettorato per la cattiva gestione dell’economia e per la leadership considerata autoritaria. Dopo la vittoria, Hichilema ha criticato il “regime brutale” dell’ex presidente e ha ricordato di essere stato lui stesso arrestato 15 volte. Il nuovo leader dello Zambia è stato amministratore delegato di una società di contabilità, prima di entrare in politica. Ha partecipato in totale a sei elezioni presidenziali, tre delle quali contro il 64enne Lungu. Nel 2016, Hichilema aveva perso di circa 100.000 voti. Alle ultime elezioni, è stato appoggiato da dieci partiti di opposizione uniti nello United Party for National Development (UPND).

Come presidente, Hichilema dovrà affrontare il compito di ribaltare le fortune economiche di uno dei Paesi più poveri del mondo. Lo Zambia versa in gravi difficoltà finanziarie ed è diventato il primo Paese del continente a dichiarare il default sovrano, a novembre 2020, dopo la pandemia, in quanto non è riuscito a rispettare i pagamenti di debiti internazionali. L’economia è stata sostenuta solo parzialmente dai prezzi del rame favorevoli. Nel 2020, lo Zambia, è stato il secondo più grande minatore di rame dell’Africa. Il sostegno del Fondo monetario internazionale, inoltre, è stato sospeso fino a dopo le elezioni, così come un piano di ristrutturazione del debito.

Leggi Sicurezza Internazionale, il quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Chiara Gentili

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.