Afghanistan: continuano le esercitazioni militari di Russia e Tagikistan

Pubblicato il 30 agosto 2021 alle 12:02 in Afghanistan Russia Tajikistan

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Almeno altri 500 militari russi sono stati dispiegati, lunedì 30 agosto, presso la 201° base militare della Federazione nel Tagikistan. I soldati prenderanno parte alle esercitazioni militari congiunte, avviate il 17 agosto, che sono da collocare nel quadro della crescente instabilità in Afghanistan.

Le nuove manovre sono state annunciate dal Ministero della Difesa della Federazione Russa. A riportarlo, il medesimo lunedì, è stata l’agenzia di stampa russa Interfax, citando una comunicazione rilasciata anche dal Distretto Militare Centrale del Paese. Quest’ultimo ha spiegato che, nel corso della fase attiva delle manovre congiunte, le Forze Armate dei due Paesi prenderanno parte a operazioni militari diurne e notturne. Le esercitazioni includeranno addestramento sul campo e sull’aviazione, nonché esercitazioni a fuoco vivo con uso di armi combinate. Particolare attenzione sarà dedicata anche alla gestione di interferenze radio-elettroniche attraverso i moderni sistemi Azart, di fabbricazione russa.

Secondo quanto riferito, le ultime operazioni tattico-belliche dureranno un mese e coinvolgeranno un totale di 1.000 militari russi, ai quali sono da sommare gli ulteriori 500 dispiegati il 30 agosto. A fare da sfondo all’attività militare di Mosca e Dushanbe saranno le catene montuose tagike e la 201° base militare russa nel Paese. Si tratta di una delle strutture russe più rilevanti per gestire l’escalation in Afghanistan, con circa 7.000 soldati stanziati. Questa è formata da tre installazioni ed è rimasta sotto il controllo di Mosca dopo il crollo dell’Unione Sovietica e durante la guerra civile tagika. La base, precedentemente nota come 201a divisione fucili a motore, ha svolto la funzione di garantire la sicurezza del confine afghano-tagiko fino al 2005, quando le forze armate del Paese hanno assunto tale compito. Tuttavia, la presenza militare di Mosca in Tagikistan, che doveva essere azzerata nel 2014, è stata riconfermata nel 2013 e rimarrà stabile nella regione fino al 2042. 

L’impegno di Mosca nel garantire sicurezza ai Paesi Centro-Asiatici, a seguito del caos che è scoppiato in Afghanistan dopo l’insediamento dei talebani, si concretizzerà anche nel Kirghizistan, il prossimo settembre. Tale Paese, come il Tagikistan, ospita la base aerea militare russa Kant, situata a 20 chilometri a Est dalla capitale, Bishkek. La presenza di Mosca nella suddetta struttura militare è stata formalizzata, il 22 settembre 2003, attraverso un accordo bilaterale. L’apertura ufficiale ha avuto luogo più tardi, il 23 ottobre 2003, facendo della base aerea di Kant la prima che la Federazione ha aperto in un Paese estero dal 1991. Più tardi, nel dicembre 2012, il Kirghizistan ha sottoscritto un ulteriore accordo con la Federazione, permettendole di utilizzare la struttura militare per 15 anni. L’intesa, che si estende automaticamente ogni 15 anni, è stata raggiunta dopo che il governo russo ha accettato di ridurre il debito kirghiso di 500 milioni di dollari

Quelle annunciate il 17 agosto rappresentano la terza sessione di esercitazioni militari che la Russia ha avviato nel vicino Tagikistan nei mesi di luglio e agosto. Le più recenti, che hanno coinvolto anche l’Uzbekistan, sono avvenute dal 2 al 10 agosto, nei pressi della base militare di Termez, città uzbeka al confine con l’Afghanistan. In totale, le operazioni hanno coinvolto circa 2.500 soldati. Mentre, all’inizio, il Ministero della Difesa della Federazione aveva dichiarato che avrebbe dispiegato solamente 1.000 militari, a causa dell’aggravarsi della situazione in Afghanistan, il suddetto Dipartimento ha coinvolto 1.800 dei suoi soldati. Oltre a questo, Mosca ha dispiegato anche 420 unità di hardware militare, il doppio della quantità inizialmente prevista.

 

Leggi Sicurezza Internazionale, il quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Anna Peverieri, interprete di russo e inglese

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.