Nicaragua: Daniel Ortega smantella 15 ONG

Pubblicato il 27 agosto 2021 alle 11:09 in America centrale e Caraibi

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Parlamento nicaraguense ha dichiarato fuori legge, giovedì 26 agosto, 15 Organizzazioni non governative (ONG), che da anni si dedicano ad aiutare le comunità povere e a promuovere progetti sociali o culturali. Il presidente del Congresso, Gustavo Porras, ha comunicato che le cancellazioni sono state approvate su richiesta del Governo con 70 deputati del Fronte Sandinista (al potere) a favore, uno contrario e 13 astenuti.

In un rapporto, il Ministero degli Interni ha sostenuto che queste 15 ONG non hanno rispettato i loro obblighi legali e statutari. Tra le entità colpite c’è la Fondazione Mejía Godoy, che di recente ha definito il Governo guidato dal presidente del Paese, Daniel Ortega, come un “regime totalitario, neo-stalinista e neo-hitleriano”.

Altre ONG fuorilegge sono il Nicaragua Institute for Popular Research and Education, la Soya Association of Nicaragua, la Christian Medical Action, la Matagalpa Women’s Collective Association, il Central American Institute for Social Integration Association e il Association Center for Studies for Governance and Democracy. Il deputato indigeno Brooklyn Rivera ha difeso l’organizzazione Christian Medical Action che, secondo lui, “è l’unica ONG presente nelle aree vulnerabili” dei Caraibi settentrionali del Nicaragua, abitate principalmente da indigeni Miskito.

Il 16 agosto, il Governo Ortega ha sospeso 6 organizzazioni senza scopo di lucro originarie degli Stati Uniti e dell’Europa, dopo averle accusate di ostacolare i controlli interni del Paese. Le ONG europee bandite dal Ministero dell’Interno sono la Fondazione Oxfam Intermon, dalla Spagna, Oxfam Ibis, dalla Danimarca, e Diakonia, dalla Svezia, secondo la risoluzione pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, La Gaceta.

Per quanto riguarda le organizzazioni americane, sono state sospese l’International Republican Institute (IRI), il National Democratic Institute for International Affairs (NDI) e Helping Hands The Warren William Pagel M.D. Fundation. Il Ministero dell’Interno ha assicurato che questi enti non hanno ottemperato ai loro obblighi legali e hanno ostacolato “il controllo e la sorveglianza” del suo bilancio d’esercizio. Con questa decisione, tutti i beni delle ONG sono stati liquidati secondo gli statuti costitutivi di ciascuna organizzazione o diventeranno proprietà dello Stato.

A partire dal mese di aprile del 2018, nel pieno di una crisi politica innescata dalle proteste antigovernative, è stata cancellata la personalità giuridica di 49 organizzazioni locali, a cui si aggiungono queste 6 internazionali, per un totale di 55.

Da diversi anni, le ONG hanno fornito assistenza in Nicaragua, attraverso organizzazioni della società civile, alle comunità in difesa dei diritti umani, dell’ambiente, dei programmi contro la povertà, dell’agricoltura, della salute e dell’istruzione.

Ortega, ex guerrigliero in procinto di compiere 76 anni e tornato al potere nel 2007 dopo aver coordinato un consiglio di amministrazione dal 1979 al 1984, sta ora puntando alla sua rielezione per il quarto mandato presidenziale consecutivo. Tuttavia, diversi Paesi, tra cui il Canada, il Regno Unito, la Spagna e gli USA stanno denunciando la mancanza di credibilità alle elezioni di novembre nello Stato latino-americano. Il Ministero degli Esteri del Nicaragua “ha osservato e criticato le continue e immeritate accuse, irrispettose, invadenti e interventiste nei loro affari interni, da parte delle massime autorità di questi Paesi, su questioni che riguardano solo il loro popolo e il loro Governo”.

Leggi Sicurezza Internazionale, il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Ludovica Tagliaferri

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.