Bulgaria: nuove elezioni a tre mesi dall’ultimo voto

Pubblicato il 12 luglio 2021 alle 9:13 in Bulgaria Europa

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Nessun chiaro vincitore è emerso dalle elezioni parlamentari bulgare, domenica 11 luglio, secondo quanto mostrato dai risultati parziali. Con circa il 95% dei voti scrutinati, il partito di centrodestra Cittadini per lo sviluppo europeo della Bulgaria (GERB), dell’ex primo ministro Boyko Borisov, risulta in vantaggio, al 23,91%, appena davanti il nuovo partito populista e anti-élite, “C’è un tale popolo” (ITN), attualmente al 23,66%. Quest’ultimo, fondato nel 2020, è guidato dal popolare conduttore televisivo, cantante e comico Slavi Trifonov. Il Partito socialista, che fino a qualche mese fa era il maggiore partito di opposizione, risulta al momento terzo con il 13,63% dei voti. I risultati ufficiali sono attesi martedì 13 luglio.

I risultati dell’exit poll sottolineano le profonde divisioni rimaste dopo la fine del governo decennale di Borissov. Anche se i sondaggi fanno pensare che sarà il GERB a vincere queste elezioni, le sue possibilità di formare una coalizione di governo sono scarse, secondo quanto evidenziato dagli esperti. ITN, potenzialmente, potrebbe essere meglio posizionata, grazie al supporto dei suoi probabili partner, due piccoli gruppi anticorruzione. Nei prossimi giorni, è possibile che saranno avviate settimane di colloqui per formare una coalizione di governo o che si vada direttamente ad altre elezioni, il che comporterebbe serie difficoltà per il Paese nello sfruttare il Recovery Plan dell’UE per la ripresa dalla pandemia di coronavirus o ad approvare i suoi piani di bilancio per il 2022. Se lo stallo porterà a un’altra elezione, “gli elettori si stancheranno, il loro sostegno alla democrazia svanirà”, con gli estremisti che ne trarranno beneficio, ha riferito all’agenzia di stampa Agence France Presse Antony Todorov, professore della New Bulgarian University. Al contrario, Boriana Dimitrova, dell’Alpha Research Institute, ha osservato, in un’intervista all’emittente bTV, che probabilmente “i partiti si renderanno conto di quanto gli elettori sono stanchi e faranno uno sforzo per formare un governo”.

Le ultime elezioni bulgare, tenutesi qualche mese fa, il 4 aprile, si erano risolte con un nulla di fatto. Nessun partito era riuscito a ottenere abbastanza voti parlamentari per assicurarsi la fiducia. 

Ex vigile del fuoco e guardia del corpo, Borissov ha cercato di mettere in luce i suoi successi e quelli del suo esecutivo nella modernizzazione delle infrastrutture in Bulgaria e ha condotto una campagna di basso profilo dopo le enormi manifestazioni anti-governative dell’estate dello scorso anno, che hanno parzialmente eroso la sua popolarità. I suoi oppositori, d’altro canto, continuano ad enfatizzare la collusione del premier con gli ambienti corrotti del Paese e sostengono che Borissov riesca a vincere le elezioni grazie alle enormi risorse amministrative e finanziarie di cui dispone. Questa, in particolare, è l’opinione di Hristo Ivanov, leader del partito bulgaro democratico anticorruzione. 

A complicare le possibilità di formare una coalizione presieduta dal GERB è il partito anti-establishment “C’è un tale popolo”. Il suo leader, Trifonov, ha escluso l’idea di governare insieme al GERB o ai socialisti. Tra gli altri partiti in corsa, poi, c’è il gruppo anti-corruzione Democratic Bulgaria e l’alleanza di centrosinistra Stand Up! Mafia Out!, entrambi coinvolti nelle massicce proteste che hanno tentato di rovesciare Borissov lo scorso anno.

La Bulgaria è lo Stato membro dell’UE più corrotto secondo le stime del Transparency International Index. Un recente rapporto statunitense sui diritti umani ha anche evidenziato gravi problemi nel Paese per quanto riguarda l’indipendenza giudiziaria e la libertà dei media. Il presidente bulgaro, Rumen Radev, ha sostenuto le proteste antigovernative dello scorso anno ed è un feroce critico di Borissov. 

Leggi Sicurezza Internazionale, il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Chiara Gentili

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.