Merkel e Johnson discutono dei viaggi internazionali nel mezzo della variante Delta

Pubblicato il 2 luglio 2021 alle 13:46 in Germania UK

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La cancelliera tedesca, Angela Merkel, è in visita oggi, venerdì 2 luglio, nel Regno Unito, per l’ultima volta in veste ufficiale, al fine di incontrare e avere colloqui diretti con il primo ministro, Boris Johnson. I due discuteranno delle restrizioni ai viaggi causate dalla pandemia, di commercio internazionale e di relazioni bilaterali dopo la Brexit. 

L’incontro avviene nella residenza di campagna del primo ministro a Chequers, in Buckinghamshire. Merkel ha in programma di fare visita anche alla regina Elisabetta presso il castello di Windsor. La cancelliera tedesca si rivolgerà infine al gabinetto dei massimi ministri di Johnson. È il primo leader straniero a farlo dopo quasi 25 anni. L’ultimo a rivolgersi al governo era stato il presidente degli Stati Uniti, Bill Clinton, nel 1997, su invito dell’allora primo ministro britannico Tony Blair. In questa occasione, però, l’incontro sarà virtuale.

La visita della Merkel a Londra è vista come un’opportunità per rafforzare le relazioni diplomatiche tra Berlino e il suo secondo partner commerciale, dopo anni di dispute sull’uscita della Gran Bretagna dall’Unione. Prima dell’incontro, Johnson ha dichiarato che il Regno Unito e la Germania “hanno una solida amicizia e obiettivi comuni su molte questioni”. Il premier britannico ha poi elogiato l’impatto che la Merkel ha avuto sulle relazioni bilaterali durante il suo mandato. “Nei 16 anni di governo della cancelliera Merkel, le relazioni tra Regno Unito e Germania sono state rianimate e rinvigorite per una nuova era”, ha affermato in una nota. “Le nuove joint venture che concorderemo lasceranno un’eredità che durerà per generazioni”, ha aggiunto.

La visita è la 22esima della Merkel nel Regno Unito dal momento del suo insediamento ed uno degli ultimi viaggi da cancelliera. Più tardi, in estate, sarà ospitata anche dal presidente degli Stati Uniti, Joe Biden.

Il tema principale, al centro delle discussioni tra Johnson e Merkel, è quello dell’organizzazione dei viaggi durante la pandemia. La scorsa settimana, la cancelliera ha chiesto ad altri Paesi di seguire l’esempio della Germania e di introdurre restrizioni più severe per i viaggiatori del Regno Unito, a causa delle preoccupazioni sulla variante Delta. Da maggio, ai turisti britannici è stato vietato l’ingresso in Germania e tutti coloro che arrivano dal Paese, per necessità lavorative o altro, devono affrontare una quarantena di 14 giorni. Il primo ministro Johnson, dal canto suo, sta invece spingendo negli ultimi giorni per una riapertura dei viaggi verso l’Unione Europea a tutti coloro che abbiano effettuato entrambe le dosi di una delle vaccinazioni disponibili. A breve, il premier annuncerà gli ultimi passi verso la fine del blocco in Inghilterra, previsto nei prossimi giorni, probabilmente intorno al 19 luglio, e i viaggi internazionali sono in cima all’agenda del governo. In contrasto con Merkel, Johnson ha affermato, giovedì primo luglio, che le doppie vaccinazioni saranno “liberatorie”.

All’ordine del giorno, oltre ai viaggi e alla pandemia, ci sono anche le relazioni commerciali e i rapporti post Brexit. I due leader concorderanno una serie di iniziative, dalla programmazione di un incontro annuale congiunto del governo britannico e tedesco, a programmi di scambio culturale e giovanile. Il dibattito sull’organizzazione dei viaggi ha poi coinvolto anche il tema dei Campionati Europei di calcio, con dubbi crescenti sul fatto che Londra debba rimanere o meno la sede delle ultime tre partite.

Il Regno Unito sta vivendo un’impennata di casi di coronavirus per via della diffusione della variante Delta. Nella giornata di ieri, primo luglio, i nuovi contagi sono stati 27.556, con una media settimanale di oltre 20.000 nuovi positivi.

Leggi Sicurezza Internazionale, il quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Chiara Gentili

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.