Cina-Stati Arabi: quasi 240 miliardi di dollari di interscambio

Pubblicato il 22 giugno 2021 alle 7:36 in Asia Cina

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il vice ministro del commercio della Cina, Qian Keming, ha affermato, il 18 giugno, che l’interscambio tra il Pechino e i Paesi arabi ha raggiunto il valore di 239,8 miliardi di dollari nel 2020, rendendo la Cina il primo partner commerciale dei Paesi arabi. Qian ha dichiarato che vi è un 2enorme potenziale di cooperazione” tra le parti che, in futuro, amplieranno la cooperazione in più settori quali l’economia digitale, le nuove energie e l’intelligenza artificiale.

I commenti di Qian sono arrivati in occasione della conferenza stampa organizzata dal Ministero del Commercio della Cina per l’apertura del quinto China-Arab States Expo.

In tale occasione, Qian ha specificato che, nel 2020, le esportazioni dalla Cina verso i Paesi arabi hanno raggiunto un valore di 123,1 miliardi di dollari, aumentando del 2,2% rispetto all’anno precedente, nonostante la diffusione della pandemia di coronavirus a livello globale. All’interno del dato, i prodotti meccatronici e quelli high-tech hanno rappresentano il 67,4% delle esportazioni totali, crescendo rispettivamente del 6,1% e del 3,3%.

Oltre alle esportazioni, nel 2020, secondo quanto riferito da Qian, vi sono stati più aspetti positivi anche nel campo degli investimenti reciproci. Gli investimenti diretti cinesi verso i Paesi Arabi e hanno totalizzato un valore di 20,1 miliardi di dollari e, al contempo, quelli dei Paesi arabi in Cina hanno avuto un valore di 3,8 miliardi di dollari. Tali movimenti hanno riguardato ambiti quali quelli di petrolio e gas, edile, manifatturiero, logistico ed energetico. Per il vice ministro del commercio cinese, la trasformazione e il potenziamento della cooperazione economica e commerciale tra le parti saranno promosse da una serie di progetti di riferimento quali la zona di cooperazione economica e commerciale di Suez in Egitto.

Infine, il vice ministro del Commercio ha anche affermato che la Cina e i Paesi arabi hanno ampie prospettive per costruire insieme le Nuove Vie della Seta e approfondire la cooperazione economica e commerciale.

La Cina sta intensificando i propri legami con i Paesi arabi. Dal 19 al 22 agosto prossimi, le parti organizzeranno il quinto China-Arab States Expo a Yinchuan, nella regione autonoma di Ningxia, nel Nord-Ovest della Cina. Il titolo dell’evento sarà: “Approfondire la cooperazione economica e commerciale e il lavoro congiunto sull’iniziativa delle Nuove Vie della Seta. In tale occasione saranno organizzati una cerimonia di apertura, un business summit, una conferenza sulla promozione degli investimenti delle Nuove Vie della Seta, una conferenza sulla cooperazione agricola moderna e altre attività nel quadro del  Forum “1+9”. L’Expo sarà articolato in sei sezioni riguardanti l’economia digitale, l’energia pulita, il cibo verde, l’e-commerce transfrontaliero, i beni internazionali e la sanità.

Durante le prime quattro edizioni di China-Arab States Expo hanno partecipato all’evento un totale di oltre 5.000 aziende nazionali e straniere di 112 Paesi e regioni e sono stati firmati un totale di 936 progetti di cooperazione di vario tipo.

Leggi Sicurezza Internazionale, il quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Camilla Canestri, interprete di cinese e inglese

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.