Indonesia: inizia il piano di vaccinazione privato delle aziende

Pubblicato il 18 maggio 2021 alle 10:36 in Asia Indonesia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’Indonesia ha avviato il programma di vaccinazione contro il coronavirus finanziato dalle aziende per i propri impiegati, il 18 maggio, iniziando dai settori ad alta intensità di manodopera, quali quello alimentare e quello petrolchimico.

Il presidente indonesiano, Joko Widodo, ha affermato di sperare che il settore industriale possa essere protetto dalla diffusione del coronavirus, in quando da esso dipende lo sviluppo economico del Paese. “Se vi sono impedimenti alla produzione, la nostra crescita economica si contrarrà” ha dichiarato Widodo. Nel 2020, l’economia dell’Indonesia, che è la più grande del Sud-Est Asia, ha assistito alla sua prima recessione negli ultimi vent’anni e, nel primo trimestre del 2021, tale trend sembrerebbe aver subito un rallentamento grazie all’avanzamento della campagna vaccinale, agli stimoli fiscali predisposti dal governo e alla ripresa dell’economia globale.

Tra i primi partecipanti al programma di vaccinazione delle aziende vi sono l’azienda leader nel settore dei beni di consumo Unilever Indonesia, la compagnia petrolchimica Chandra Asri e Sinar Mas Agribusiness and Food. Ognuna tra tali aziende riceverà tra le 2.000 e le 4.000 dosi di vaccini per i propri dipendenti.

In Indonesia, la politica delle vaccinazioni contro il coronavirus è stata articolata in due programmi separati e concomitanti, di cui uno riguarda le grandi aziende ed è un progetto privato, mentre l’altro coinvolge il resto della popolazione ed è gestito dal governo. Il primo è stato proposto per la prima volta nel mese di febbraio 2021, durante un forum di 100 amministratori delegati di grandi aziende. Questi ultimi avevano proposto al presidente indonesiano un’iniziativa privata di “auto-approvvigionamento dei vaccini”, chiamata Vaksinasi Mandiri e poi ribattezzata Vaksinasi Gotong Royong, sotto la guida della Camera di commercio indonesiana, nota come Kadin. Gli amministratori delegati avevano proposto di gestire in autonomia la vaccinazione degli impiegati e dei dipendenti delle proprie aziende, in cambio del permesso governativo per comprare e importare vaccini in autonomia.

Il presidente indonesiano aveva accettato tale proposta e il Ministero della Salute aveva quindi emesso un decreto per definire un quadro di regolamentazione della procedura. Le aziende avrebbero dovuto ricevere vaccini autorizzati per l’utilizzo di emergenza da Jakarta e diversi da quelli utilizzati nel programma nazionale. Per l’inoculazione, invece, avrebbero dovuto ricorrere a cliniche private che dovranno essere a loro volta autorizzate dal Ministero della Salute. Al momento, nel Paese sono arrivate 420.000 dosi per il settore privato e, in totale, ne sono state ordinate 30 milioni dall’azienda cinese Sinopharm.

Il programma pubblico per la vaccinazione è, invece, iniziato a gennaio, dando priorità a gruppi quali i dipendenti del settore sanitario, la polizia e l’Esercito, e sta impiegando i vaccini prodotti dall’azienda anglo-svedese AstraZeneca e dalla cinese Sinovac. A partire dal mese di luglio, Jakarta ha previsto di iniziare a espandere il programma di vaccinazione alla popolazione più in generale. Il 18 maggio, Widodo ha dichiarato che l’Indonesia sta incontrando sfide crescenti per l’approvvigionamento di vaccini.

Al 17 maggio, il Paese ha registrato 3.080 casi giornalieri, per un totale di 1.739.750 contagi e 48,093 decessi. I vaccini somministrati sono invece 22.536.306 a fronte di una popolazione di oltre 270 milioni di persone. Le autorità sono al momento in allerta in quanto si è conclusa la festività di Eid al-Fitr, dal 6 al 17 maggio, legata alla fede musulmana a cui appartiene la maggioranza della popolazione che in tale periodo è solita visitare i familiari. Le autorità avevano imposto un blocco degli spostamenti per evitare un incremento nella diffusione del coronavirus ma sarebbero state almeno 1,5 milioni le persone che si sono spostate prima dell’entrata in vigore del bando.

Leggi Sicurezza Internazionale, il quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Camilla Canestri, interprete di cinese e inglese

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.