Russia e USA: maggiori produttori globali di elicotteri da guerra

Pubblicato il 12 maggio 2021 alle 10:07 in Russia USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Russia si colloca al secondo posto della classifica globale dei maggiori produttori di elicotteri d’attacco. A riferirlo, mercoledì 12 maggio, è stata un’indagine condotta dalla rivista britannica Military Helicopter ricevuta in esclusiva dall’agenzia di stampa russa TASS.

Secondo quanto riportato nella pubblicazione, gli Stati Uniti si sono aggiudicati il primo posto, con una quota del 62% della produzione globale di elicotteri da guerra. A seguire, con il 29%, si posiziona la Russia, la quale ha raggiunto tale valore grazie allo sviluppo di tre modelli che le hanno permesso di incrementare la propria quota mondiale. Si tratta dei Mi-24 e Mi-25, dei Ka-52 e dei Mi-28. Ad oggi, secondo i ricercatori di Shepard Media, il gruppo editoriale di Military Helicopters, i Mi-24 e Mi-25 sono i secondi elicotteri da guerra più richiesti. Nello specifico, il rapporto ha rivelato che la Russia ha fornito 521 dei suddetti velivoli alle forze armate di numerosi Paesi al mondo quali India, Cuba, Libia, Mali e Yemen. Altrettanto degni di nota sono i modelli Mi-28 e i Ka-52, che, nel mercato globale, concorrono con i più avanzati elicotteri d’attacco sviluppati.

All’interno del report britannico si legge che la Russia, nell’ultimo periodo, ha fatto grandi passi avanti nel campo dello sviluppo di elicotteri. Questi ultimi rappresentano un’ottima alternativa da aggiungere all’arsenale militare dei Paesi che sono interessati a rafforzarla ma dispongono di un budget limitato. Come esempio, gli esperti di Shephard Media hanno citato l’elicottero da trasporto e da combattimento Mi-35M, dotato di “gran parte delle funzioni di un elicottero d’attacco di ultima generazione e, allo stesso tempo, può trasportare fino a otto militari”.

La produzione in serie dell’elicottero d’attacco Mi-24 è stata avviata, per la prima volta, nel 1971. Un anno dopo, nel 1972, il velivolo è entrato a far parte delle Forze armate sovietiche, diventando il primo elicottero d’attacco sviluppato durante il regime dell’Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche. Il Mi-24 è stato progettato per missioni di scorta, di ricognizione e di supporto aereo ed è in grado di trasportare fino ad 8 uomini equipaggiati. Caratterizzato da un’elevata potenza di fuoco ed una pesante corazzatura, l’elicottero è stato prodotto in più di 2.000 esemplari e ha riscosso un notevole successo commerciale. Ad oggi, è ancora uno dei velivoli più diffusi tra le forze armate dei Paesi ex-URSS, nonché quelli in via di sviluppo. È stato impiegato in numerosi conflitti, come la guerra in Afghanistan, quella in Cecenia e in altri conflitti regionali.  

Il Ka-52 è la versione avanzata e migliorata del Ka-50, un velivolo d’attacco sviluppato negli anni ’80. Il nuovo modello è stato progettato nel 2008, anno in cui sono stati assemblati due elicotteri sperimentali. Più tardi, nel 2010, la Russia ha lanciato la loro produzione in serie. Si tratta di un elicottero d’attacco biposto che può raggiungere fino al 300 km/h. Come la sua versione precedente, il Ka-52 ha conservato l’intera gamma di armi per un elicottero monoposto ed è in grado di trasportare un carico di 460 munizioni ATGM Whirlwind. La prima volta è stato utilizzato nella guerra civile in Siria, quando la Russia è intervenuta, a partire dal 30 settembre 2015, nel conflitto. Secondo i dati ufficiali, ad oggi, le Forze aerospaziali e la Marina militare della Federazione Russa dispongono di oltre 170 esemplari.

L’ultimo modello, il Mi-28, è stato progettato negli anni ’80 dall’Unione Sovietica ed è entrato in servizio, per la prima volta, il 15 ottobre 2009. Il velivolo biposto è stato sviluppato per missioni di scorta e ricognizione armata e, rispetto al Mi-24, è ottimizzato nel ruolo di contro-carro grazie ad una cabina corrazzata che può ospitare missili guidati, razzi, un cannone da 30 mm e un massimo di 250 munizioni. Ad oggi, il velivolo è utilizzato dalle forze armate di Algeria e di Iraq e, come il Ka-52, è stato utilizzato, per la prima volta, nella guerra civile siriana.

 

Leggi Sicurezza Internazionale, il quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Anna Peverieri, interprete di russo e inglese

di Redazione