La Somalia e il Kenya riprendono i rapporti diplomatici

Pubblicato il 7 maggio 2021 alle 18:59 in Kenya Somalia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Somalia e il Kenya hanno ripristinato le relazioni diplomatiche dopo aver tagliato i rapporti, a dicembre, poichè Mogadiscio aveva accusato Nairobi di violare la sovranità nazionale e di intromettersi nei suoi affari interni. Le tensioni tra i due Paesi si erano inasprite anche in merito ad una controversia marittima che riguardava, tra le altre cose, la proprietà di potenziali giacimenti di petrolio e gas al largo della costa di Jubbaland, uno dei cinque stati semi-autonomi della Somalia.

“Il governo federale della Somalia annuncia che, in linea con gli interessi di buon vicinato, ha ripreso le relazioni diplomatiche con la Repubblica del Kenya”, ha reso noto, giovedì 6 maggio, il Ministero dell’Informazione di Mogadiscio, aggiungendo: “I due governi concordano di mantenere relazioni amichevoli sulla base di principi di rispetto per la sovranità e l’integrità territoriale reciproche, non ingerenza nei rispettivi affari interni, uguaglianza, mutuo vantaggio e pacifica convivenza”. Nella dichiarazione viene poi ringraziato l’emiro del Qatar, lo sceicco Tamim bin Hamad Al Thani, al quale è stato riconosciuto un ruolo chiave nel processo di riconciliazione. “Il Ministero degli Affari Esteri riconosce il continuo sostegno che è stato offerto dalla comunità internazionale, e, in particolare, dal governo del Qatar, negli sforzi per normalizzare le relazioni diplomatiche tra Somalia e Kenya”, si legge nella nota. Nairobi, dal canto suo, ha detto di aver preso atto della decisione somala e di essere impaziente “di un’ulteriore normalizzazione dei rapporti da parte delle autorità di Mogadiscio”. 

In un’intervista al quotidiano Al Jazeera, il ministro degli Affari Esteri del Qatar, lo sceicco Mohammed bin Abdulrahman Al Thani, ha affermato che spera nella “continuazione delle normali relazioni tra Kenya e Somalia” e ha specificato che incoraggerà i Paesi “ad aumentare le comunicazioni”. “Il Qatar seguirà gli sviluppi nelle relazioni e se sarà necessario intervenire saremo lieti di continuare a sostenere questi sforzi. Ringraziamo il presidente del Kenya e della Somalia per la loro volontà politica di riprendere le relazioni tra i due Paesi”, ha aggiunto.

La Somalia ha tagliato i legami diplomatici con il Kenya il 15 dicembre dopo che Nairobi aveva ospitato il leader dell’autoproclamata Repubblica del Somaliland, Muse Bihi Abdi. Il Somaliland è la regione nord-occidentale della Somalia che, nel 1991, ha dichiarato l’indipendenza da Mogadiscio. La Repubblica, tuttavia, non è riconosciuta dalla comunità internazionale. 

La rottura dei legami tra Nairobi e Mogadiscio ha segnato il culmine di un progressivo deterioramento dei legami tra i due vicini. Il 30 novembre, la Somalia aveva espulso l’ambasciatore del Kenya e richiamato il proprio inviato da Nairobi, accusando il Paese di interferire nel processo elettorale nello Jubbaland, uno dei suoi cinque Stati semiautonomi. Le relazioni tra il governo centrale della Somalia e lo stato meridionale di Jubbaland, che confina con il Kenya, sono tese poiché le autorità della regione accusano Mogadiscio di cercare di rimuovere il presidente, Ahmed Madobe, e di mettere un lealista al potere per aumentare il controllo del governo centrale. Madobe è un alleato chiave del Kenya, che vede lo Jubbaland come un Stato cuscinetto contro l’avanzata dei combattenti di al-Shabaab, spesso operativi anche oltre il confine. Il Kenya è poi ulteriormente coinvolto nella controversia con Mogadiscio perché accusato di ospitare un ministro latitante dello Jubbaland, accusato dalla Somalia di “gravi crimini” ma evaso di prigione a gennaio. Nairobi e Mogadiscio sono infine in disaccordo su una questione riguardante i confini terrestri e marittimi tra i due vicini del Corno d’Africa. L’istanza era stata anche presentata dinanzi alla Corte Internazionale di Giustizia dell’Aja nel 2014, dopo che le negoziazioni sui 100.000 km²di tratto di fondo marino conteso dalle due parti erano state interrotte. I toni della polemica, però, si sono riaccesi a febbraio, quando la Somalia ha accusato il Kenya di aver messo all’asta alcune aree marittime contese per l’esplorazione di gas e petrolio. Da quel momento, le relazioni tra i due Paesi africani si erano notevolmente raffreddate.

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Chiara Gentili

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.