Cina: l’Onu deve sostenere l’Africa a formare un esercito permanente e nelle operazioni di peacekeeping

Pubblicato il 20 aprile 2021 alle 16:09 in Africa Cina

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il ministro degli Esteri cinese, Wang Yi, ha esortato le Nazioni Unite a sostenere l’Unione africana (AU) nei suoi sforzi di peacekeeping per stabilizzare le zone di conflitto del continente e per creare un esercito permanente per la gestione delle crisi.

Wang ha partecipato  in veste di rappresentante speciale del presidente cinese, Xi Jinping, ad un incontro del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, nella sera del 19 aprile. In tale occasione, ha tenuto un discorso  sul tema dell’incontro, ovvero “Rafforzare la cooperazione tra l’Onu e le organizzazioni regionali e sub-regionali”.

Il ministro degli Esteri cinese ha affermato che, nel 2021, ricorre il 50esimo anniversario del ripristino della seduta del governo di Pechino in seno all’Onu e che, in tale arco temporale, la Cina ha sempre partecipato e sostenuto positivamente l’azione dell’organizzazione. Wang ha quindi affermato che parte del contributo cinese al Fondo fiduciario delle Nazioni Unite per la pace e lo sviluppo è impiegato proprio per sostenere gli sforzi regionali e sub-regionali. Oltre a questo, la Cina donerà 300.000 dosi di vaccini contro il coronavirus al personale di peacekeeping dell’Onu che saranno impiegati innanzitutto nelle aree della missione in Africa. Wang ha ricordato che la Cina ha stabilito partenariati strategici con organizzazioni regionali quali la AU, l’Associazione delle Nazioni del Sud-Est Asia (ASEAN) e la Lega araba.  Tali relazioni, ha ribadito il ministro, sono finalizzate ad una cooperazione di mutuo vantaggio e non sono indirizzate a colpire terze parti.

Con particolare riferimento all’AU, Wang ha dichiarato che la Cina sta sviluppando positivamente la cooperazione con tale interlocutore, che ha aderito alla realizzazione del progetto delle Nuove Vie della Seta, promosso da Pechino. In particolare, la Cina e l’UA continueranno a promuovere sia tale progetto, sia l’agenda 2063 dell’AU, così come l’agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile. La Cina sosterrà l’AU nella sua leadership del processo di integrazione africano, incoraggerà l’organizzazione a risolvere i problemi del continente secondo le modalità locali e continuerà a contribuire alla pace e allo sviluppo africani.

In tale quadro, per Wang, le Nazioni Unite dovrebbero aiutare l’Africa a migliorare le sue capacità indipendenti di peacekeeping, di mantenimento della stabilità e di antiterrorismo. L’Onu dovrebbe altresì aiutare l’Africa ad accelerare la creazione di un esercito permanente africano, di una forza di risposta rapida alle crisi e di un sistema di allarme rapido. Al contempo, l’Onu dovrebbe fornire assistenza economica sostenibile e prevedibile alle operazioni di pace e sicurezza dell’AU, contribuendo alla fine degli scontri nel continente.

Nel mese di dicembre 2020, la Cina e l’AU hanno firmato un accordo di cooperazione per promuovere il progetto delle Nuove Vie della Seta, a cui hanno aderito, in totale, 44 Paesi del continente, che rappresentano 1/3 dei firmatari totali.  Al momento, la Cina è il maggior partner commerciale dell’Africa e una delle principali fonti di investimento nel continente e, anche per tali ragioni, la sicurezza continentale è particolarmente importante per Pechino. Nel 2019, ad esempio, il governo cinese aveva annunciato un fondo per lo sviluppo di infrastrutture in Africa dal valore di un miliardo di dollari e, nel 2018, un pacchetto di aiuti da 60 milioni di dollari. Nel 2020, la Cina ha poi sostenuto l’Africa nella lotta alla pandemia e, il 7 marzo scorso, il ministro degli Esteri Wang aveva affermato che la priorità principale della cooperazione sino-africana fosse sostenere tutti i Paesi del continente nella lotta al coronavirus e nella ripresa economica.

Leggi Sicurezza Internazionale, il quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Camilla Canestri, interprete di cinese e inglese

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.