Cina: i dati dell’import-export nel primo trimestre 2021

Pubblicato il 13 aprile 2021 alle 17:58 in Asia Cina

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’Amministrazione generale delle dogane della Cina ha reso noto, il 13 aprile, che, nel primo trimestre del 2021, le importazioni e le esportazioni commerciali di beni hanno raggiunto un valore complessivo di 8,47 trilioni di yuan.

Il dato ha registrato una crescita del 29,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Secondo quanto affermato dall’Amministrazione generale delle dogane, la ripresa del commercio estero è più stabile e forte e diretta verso un miglioramento. Gli ultimi dati rappresenterebbero “un buon inizio”.

Con le cifre relative ai primi tre mesi del 2021, il portavoce dell’Amministrazione generale delle dogane, Li Kuiwen, ha affermato che, dalla metà del 2020, l’import-export della Cina ha mantenuto un trend di crescita positivo per tre trimestri consecutivi. Li ha poi aggiunto che la situazione attuale sarà preservata e che resta da vedere quale sarà il trend specifico.

Tra gli operatori del commercio estero cinesi, le aziende private hanno mantenuto la prima posizione nel settore. Nei primi tre mesi del 2021, le importazioni e le esportazioni delle aziende private hanno totalizzato 3,95 trilioni di yuan aumentando del 42,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il valore ha poi costituito il 46,7 del totale del commercio estero della Cina.

A livello di partner commerciali, invece, le importazioni e le esportazioni tra la Cina e i Paesi firmatari del Regional Comprehensive Economic Partnership (RCEP) sono aumentate del 22,9% rispetto al primo trimestre del 2020. I Paesi che hanno aderito al RCEP il 15 novembre 2020 sono stati Cina, Giappone, Corea del Sud, Nuova Zelanda, Australia e i Paesi dell’ASEAN, ovvero Indonesia, Malesia, Filippine, Singapore, Thailandia, Brunei, Myanmar, Laos, Cambogia e Vietnam. In termini di PIL, il RCEP rappresenta il maggior patto commerciale al mondo, coprendo un terzo dell’economia globale e una popolazione di 2,1 miliardi di persone. In base all’intesa, i Paesi contraenti abbasseranno le tariffe doganali e avvieranno il commercio di servizi internamente al blocco, consentendo ai prodotti d’esportazione di circolarvi senza dover rispettare specifiche procedure per ogni singolo Paese. Secondo alcune previsioni, l’accordo eliminerà il 90% delle tariffe sulle esportazioni tra le parti entro i prossimi 20 anni e migliorerà la circolazione di beni e servizi nella regione. Oltre a stabilire una serie di regole commerciali comuni, il RCEP andrà a coprire più ambiti commerciali ancora non regolati dagli accordi ad oggi disponibili tra i contraenti, quali l’e-commerce, le politiche di concorrenza e i diritti di proprietà intellettuale. Tuttavia, le questioni dei diritti del lavoro e della protezione ambientale non sono state menzionate nell’intesa.

Oltre ai firmatari del RCEP, anche le esportazioni e le importazioni con i Paesi aderenti al progetto delle Nuove Vie della Seta, lanciato da Pechino nel 2013, sono cresciute del 21,4% rispetto allo stesso periodo del 2020.

L’andamento del primo trimestre del 2021 era già stato evidenziato dai dati relativi ai mesi di gennaio e febbraio 2021, rilasciati il 7 marzo scorso. Nel 2020, la diffusione della pandemia di coronavirus ha determinato una crisi economica a livello mondiale, danneggiando il commercio internazionale. Anche la Cina ha risentito di tali circostanze e, sebbene sia tata l’unica tra le grandi economie mondiali a mostrare una crescita positiva, il tasso del 2,3% è stato il più basso mai registrato nel Paese dal 1976, quando, a termine della Rivoluzione culturale, si attestò all’1,6%. Per il 2021, Nonostante la Conferenza delle Nazioni Unite sul Commercio e lo Sviluppo abbia fornito una stima dell’8,1% per la crescita economica cinese, il Paese ha posto un obiettivo flessibile che vada dal 6% in su.

Leggi Sicurezza Internazionale, il quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Camilla Canestri, interprete di cinese e inglese

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.