Indonesia e Regno Unito pronti a potenziare i legami di difesa

Pubblicato il 7 aprile 2021 alle 18:16 in Indonesia UK

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il segretario agli Affari Esteri del Regno Unito, Dominic Raab, si è recato in visita in Indonesia, il 7 aprile, dove ha incontrato la sua omologa, Retno Marsudi, con la quale ha deciso di intensificare i legami di sicurezza, difesa e commercio tra i rispettivi Paesi. Le parti hanno firmato un memorandum d’intesa per la cooperazione in materia di lotta al terrorismo.

A Jakarta, Raab ha annunciato che la British Royal Navy invierà un gruppo d’attacco guidato dalla portaerei HMS Queen Elizabeth, la più sofisticata della flotta, nella regione dell’Indo-Pacifico, a dimostrazione dell’impegno di Londra nei confronti dei propri partner regionali.  Retno ha dichiarato che la sicurezza marittima è uno tra i molti ambiti nei quali Jakarta dovrebbe ricercare maggiore cooperazione con Londra. Convenendo con la controparte indonesiana, Raab ha quindi dichiarato che i rispettivi Paesi, in quanto potenze marittime, hanno interesse a far sì che venga preservato l’ordine basato su regole le cui basi sono contenute nella Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare.

Al momento, non è stata ancora rivelata la data esatta di arrivo delle navi da guerra inglesi nell’Indo-Pacifico ma è stimato che ciò avverrà intorno al mese di giugno 2021. Una volta nella regione, il gruppo attraverserà il Mar Cinese Meridionale, al centro di dispute tra Cina e più Paesi dell’area, e condurrà esercitazioni militari sia con il Giappone, sia con gli USA.  Sebbene l’Indonesia non faccia ufficialmente parte delle dispute del Mar cinese Meridionale la sua zona economica speciale si sovrappone ad aree rivendicate da Pechino intorno alle isole Natuna.

La Cina, da parte sua, aveva affermato che avrebbe adottato adeguate contro-misure in salvaguardia della propria sovranità. Intanto, il governo di Londra ha reso note le proprie priorità in politica estera e di difesa dopo aver lasciato l’Unione europea (UE). Nel documento il Regno Unito ha espresso la propria volontà di accrescere la propria presenza nell’Indo-Pacifico e la propria influenza nei Paesi della regione. Il 7 aprile, Raab ha quindi dichiarato che l’Indonesia è al centro dei progetti inglesi nell’Indo-Pacifico.

Oltre a parlare di cooperazione in materia di difesa, Jakarta ha esposto altre due priorità, ovvero il lavoro congiunto nel campo della ricerca e dello sviluppo del settore medico e la condivisione di vaccini contro il coronavirus con i Paesi in via di sviluppo, tramite il sistema Covax. Al momento, l’Indonesia è ricorsa principalmente al vaccino cinese prodotto da Sinovac ma ha ricevuto anche 1,1 milioni di dosi di quello inglese, prodotto da AstraZeneca.

Dal punto di vista commerciale, invece le parti si sono impegnate a cooperare in più ambiti. L’interscambio commerciali tra le parti ha totalizzato 2,24 miliardi di dollari nel 2020 e gli investimenti inglesi in Indonesia sono aumentati del 35%, per un totale di 72,5 milioni di dollari. Il 7 aprile, Retno ha espresso preoccupazione per una legge proposta nel Regno Unito riguardante prodotti come l’olio di palma, di cui Jakarta è il maggior produttore mondiale, cacao e gomma, in base alla quale gli importatori inglesi potrebbero essere tenuti a dichiarare se i beni importati abbiano o meno un impatto negativo sull’ambiente.

Retno e Raab hanno poi parlato anche di questioni regionali quali la situazione in Myanmar, dove l’Esercito birmano ha preso il potere il primo febbraio scorso e dove sono in corso proteste che hanno causato, ad oggi, la morte di circa 600 persone.

Oltre a Retno, Raab ha incontrato anche il presidente indonesiano, Joko Widodo, il ministro indonesiano della salute, Budi Sadikin,, e il segretario generale dell’Associazione delle Nazioni del Sud-Est Asia, Lim Jock Hoi,

Nel mese di ottobre 2020, Retno si era recata nel Regno Unito dove aveva incontrato Raab. Secondo vari osservatori, le visite rispecchierebbero l’intenzione reciproca di perseguire i legami strategici. Londra ambisce a diventare un partner di dialogo dell’Associazione delle Nazioni del Sud-Est Asia e poter partecipare così agli incontri tra i ministri della difesa del gruppo.

Leggi Sicurezza Internazionale, il quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Camilla Canestri, interprete di cinese e inglese

 

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.