Qatar e Regno Unito continuano a rafforzare i legami di cooperazione militare

Pubblicato il 2 aprile 2021 alle 12:26 in Qatar UK

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Qatar e il Regno Unito hanno firmato un memorandum di intesa, volto a rafforzare il partenariato tra la Qatari Emiri Air Force (QEAF) e la British Air Force. Tra le operazioni previste, vi è l’addestramento congiunto di uno squadrone di velivoli Hawk, mentre un velivolo Voyager verrà periodicamente dispiegato nel Paese del Golfo.

L’annuncio del nuovo memorandum è giunto il primo aprile, e rappresenta una continuazione di quanto stabilito il 12 ottobre 2020, in occasione dei colloqui tra il segretario britannico alla Difesa, Ben Wallace, e l’omologo qatariota, Khalid al-Attiyah. In particolare, secondo quanto affermato nell’accordo del primo aprile, sarà la base di Leeming, nel North Yorkshire, appartenente all’aeronautica militare del Regno Unito (RAF), a divenire la sede delle operazioni congiunte, che verranno condotte impiegando i nove Hawk T2 della QEAF di recente acquisizione. Parallelamente, dal mese di luglio prossimo, RAF Voyager verranno periodicamente inviati verso la regione mediorientale per fornire addestramento in materia di rifornimento aria-aria agli aerei a reazione veloci della flotta qatariota. L’obiettivo è migliorare altresì le capacità di interoperabilità della Royal Air Force con il personale e le attrezzature dei partner internazionali.

Da un lato, al-Attiyah ha affermato che il partenariato tra Doha e Londra contribuirà a rafforzare ulteriormente i legami di cooperazione tra i due Paesi e a migliorare gli sforzi militari futuri, volti al mantenimento della pace. A detta del ministro qatariota, lo stesso addestramento dello squadrone congiunto Hawk rappresenta un elemento fondamentale per migliorare le capacità di coordinamento delle forze aeree dei due Paesi. Dall’altro lato, Wallace ha dichiarato che la partnership a lungo termine del Regno Unito con il Qatar è indice della cooperazione di Londra con i suoi alleati regionali, che mira a far fronte alle nuove e crescenti sfide in materia di sicurezza. “Continuiamo a condividere competenze ed esperienze, mentre promuoviamo la sicurezza a livello globale e la prosperità all’interno del Paese”, ha riferito il Segretario britannico. Quest’ultimo si è poi detto lieto per la scelta di RAF Leeming come sede del secondo squadrone congiunto di Doha e Londra, in quanto mette in luce l’alta considerazione dell’addestramento al volo dell’aeronautica britannica.

Risale al 14 ottobre la cerimonia per l’inaugurazione del nuovo quartier generale del dodicesimo squadrone di aerei Typhoon, che ha costituito il primo squadrone congiunto tra Regno Unito e Qatar dalla Seconda Guerra Mondiale. La mossa si inserisce nel quadro dell’accordo siglato da Doha e Londra nel 2018, il quale prevede l’acquisto, da parte del Qatar, di 24 Typhoon e 9 velivoli da addestramento Hawk T2 Mk167, a cui è stato aggiunto un pacchetto di supporto e formazione, per un valore di 6 miliardi di sterline. Gli aerei Hawk e Typhoon ordinati dal governo del Qatar sono in fase di assemblaggio nel Regno Unito, presso le sedi della BAE Systems, e si prevede verranno consegnati nel 2022.

Da quando ha iniziato a volare come forza congiunta, nel giugno 2020, il dodicesimo squadrone ha raggiunto diversi traguardi tra cui l’addestramento con armi pesanti e la partecipazione ad un’esercitazione in mare insieme alla Royal Navy britannica. Ora, la formazione di un secondo squadrone congiunto Regno Unito-Qatar fornirà ore di volo aggiuntive per i piloti della RAF e vedrà investimenti internazionali a lungo termine in nuove infrastrutture e strutture di addestramento presso la base di RAF Leeming. Ciò includerà un simulatore di addestramento Hawk e la ristrutturazione delle strutture esistenti.

A settembre 2020, il segretario alla Difesa del Regno Unito aveva incontrato al-Attiyah in Qatar, visitando il Combined Air Operations Center di Al Udeid. Da qui vengono coordinati gli attacchi nell’ambito dell’operazione Shader contro l’ISIS in Iraq e in Siria. Al-Udeid, inoltre, rappresenta la più grande struttura militare utilizzata dagli Stati Uniti nel Golfo, un altro partner che collabora con Doha in materia di difesa. 

 


Leggi Sicurezza Internazionale, il quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Piera Laurenza, interprete di arabo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.