Cile: presidente propone il rinvio delle elezioni causa Covid-19

Pubblicato il 30 marzo 2021 alle 15:55 in America Latina Cile

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente del Cile, Sebastián Piñera, ha dichiarato, domenica 28 marzo, che proporrà al Congresso di rinviare a maggio le elezioni dei membri dell’Assemblea Costituente, dei governatori, dei sindaci e dei consiglieri, per l’aumento dei casi di Covid-19 nel Paese. Piñera ha annunciato la sua decisione dopo aver tenuto una riunione con il comitato politico e il ministro della Salute, Enrique París, al Palacio de la Moneda, per valutare la situazione generale. Le elezioni, che si sarebbero dovute tenere sabato 10 e domenica 11 aprile, saranno rinviate al 15 e 16 di maggio, dopo la ratifica del Congresso nazionale. “È stata una scelta molto difficile, ma l’abbiamo dovuta prendere per il bene del nostro Paese”, ha sottolineato il presidente, in un discorso televisivo, aggiungendo che il suo obiettivo è proteggere la salute e la vita delle persone e garantire “un processo elettorale democratico, partecipativo e sicuro”.

Le elezioni sono considerate cruciali, in quanto prevedono la scelta di 155 costituenti che avranno il compito di redigere una nuova Costituzione, in sostituzione di quella ereditata dall’ex capo di Stato, Augusto José Ramón Pinochet Ugarte, risalente al 1980. Nell’ottobre del 2020, circa il 78,2% dei cittadini cileni aveva votato a favore della stesura di una nuova Costituzione, in un referendum che era stato concesso dal governo in seguito alle proteste che erano scoppiate l’anno prima. I membri dell’Assemblea Costituente, incaricati di questo compito, saranno scelti nelle elezioni amministrative del 2021 e il risultato del loro lavoro sarà sottoposto ad un altro referendum di ratifica popolare che si svolgerà nel secondo semestre del prossimo anno. In caso di approvazione, la nuova Costituzione entrerà in vigore immediatamente, sostituendo automaticamente quella precedente.

Piñera ha evidenziato che l’attuale situazione della pandemia e il rischio di contagi impedirebbero a gran parte dei cittadini di andare a votare, riducendo così la partecipazione e la legittimità del processo elettorale. Il Governo cileno prevede che, per le nuove date proposte, 9,3 milioni di persone su una popolazione di circa 19 milioni di abitanti avranno già ricevuto il vaccino contro il Covid-19, “consentendo così elezioni più sicure”. Il ministro della Salute ha ammesso, domenica 28 marzo, che “effettuare le elezioni in questo contesto aggraverebbe la situazione”, a causa del crescente aumento di casi di coronavirus nel Paese.

Nonostante il Cile abbia somministrato il maggior numero di dosi di vaccino in America Latina, raggiungendo quasi il 40% della sua popolazione, il suo sistema sanitario è sull’orlo del collasso, con il 95% dei posti letto nelle unità di terapia intensiva occupati. Inoltre, circa 16 milioni di cittadini sono attualmente in isolamento obbligatorio. Le autorità del Paese latino-americano hanno pertanto dichiarato che sono necessarie restrizioni più severe per limitare la diffusione della pandemia.

Il piano nazionale per le vaccinazioni in Cile non ha tuttavia contrastato l’aumento di infezioni da Covid-19, che ha toccato una media di circa 7.000 nuovi casi giornalieri nell’ultimo periodo. L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha pertanto ricordato che le vaccinazioni non sostituiscono le misure di prevenzione del contagio. “Dopo la distribuzione dei vaccini molte persone smettono di rispettare misure come il distanziamento sociale e l’igiene delle mani. Al contrario, ciò dovrebbe essere accompagnato al processo di vaccinazione”, ha ammonito in conferenza stampa Maria DeJoseph Van Kerkhove, responsabile del gruppo tecnico per la risposta alla pandemia di Covid-19 e capo dell’Unità malattie zoonosi dell’OMS.

Leggi Sicurezza Internazionale, il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Ludovica Tagliaferri

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.