Il potenziale dell’energia eolica in Africa

Pubblicato il 5 marzo 2021 alle 8:01 in Africa

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Secondo il Global Wind Energy Council (GWEC), un’associazione commerciale per l’industria dell’energia eolica, l’Africa sta utilizzando soltanto lo 0.01% del suo potenziale nel settore.

Gli ultimi dati rilasciati da GWEC mostrano che Africa e Medio Oriente hanno installato complessivamente 821 megawatt di nuova capacità eolica nel 2020, facendo salire quella totale della regione a oltre 7 gigawatt. Secondo un rapporto pubblicato dall’IFC, il solo continente africano ha oltre 59.000 gigawatt di potenziale tecnico eolico, abbastanza per alimentare la domanda di energia del continente 250 volte. Eppure, l’attuale capacità eolica installata in Africa rappresenta solo lo 0,01% di questo potenziale.

Il mercato principale che guida la crescita nella regione è quello del Sudafrica, che ha installato 515 megawatt di nuova capacità eolica nel 2020. Il Senegal è arrivato al secondo, avendo installato lo scorso anno 103 megawatt, seguito dal Marocco, con 92 megawatt, dalla Giordania 52 megawatt, dall’Iran con 45 megawatt e dall’Egitto con 13 megawatt. Secondo l’International Finance Corporation (IFC), la somma di tutte queste capacità offre l’opportunità di evitare 10,7 milioni di tonnellate di emissioni di CO2 all’anno, che sarebbe l’equivalente di togliere dalla strada 2,3 milioni di autovetture.

Il Sudafrica rimane il primo mercato dell’energia eolica nella regione con 2,5 gigawatt di capacità eolica cumulativa installata nel paese. La continua crescita di questo settore in Sudafrica è dovuta principalmente al programma noto come Renewable Energy Independent Power Producer Procurement (REIPPP), che ha offerto numerosi progetti a lungo termine per l’industria, attirando gli investitori.

Tuttavia, secondo le analisi del Global Wind Energy Council, nonostante ci sia stata un enorme crescita del settore eolico sia in Africa sia in Medio Oriente nel 2020, il potenziale di queste regioni è ben più alto dei livelli raggiunti ad oggi. Oltre al Sudafrica, al Marocco e all’Egitto, che ormai dominano il mercato di quest’industria, molti altri Paesi dell’Africa e del Medio Oriente devono saper sfruttare le loro risorse.

Secondo il GWEC, anche se l’Iran e la Giordania sono stati gli unici mercati del Medio Oriente a installare nuova capacità eolica nel 2020, nel futuro, questa regione diventerà quella più rilevante ed influente per questo settore. Paesi come l’Arabia Saudita, che sono stati storicamente alcuni dei più grandi produttori di petrolio e gas e i più alti emettitori di CO2 pro capite, si stanno ora impegnando in ambiziosi progetti per passare alle energie rinnovabili. Tuttavia, fa notare il GWEC, questi obiettivi devono essere sostenuti dai quadri normativi necessari in modo tale da fornire una visibilità nelmercato a lungo termine.

Emerson Clarke, coordinatore della task force per l’Africa al GWEC ha dichiarato che per sfruttare il “formidabile potenziale dell’energia eolica” in Africa e in Medio Oriente, è necessaria innanzitutto la volontà politica, seguita da un aumento della collaborazione tra il settore privato e quello pubblico per costruire un mercato sostenibile e massimizzare i benefici socioeconomici locali. Secondo Clarke, sarà anche cruciale costruire le infrastrutture di trasmissione di energia per assicurare un accesso e stabile e competitivo in termini di costi, oltre che per creare posti di lavoro e opportunità per il commercio transfrontaliero. In aggiunta, l’esperto ha sottolineato l’urgenza con la quale questi Paesi, e in particolare l’Africa, dovrebbero aumentare l’uso dell’energia eolica, in quanto questa tecnologia potrebbe contribuire alla ripresa del mercato del lavoro e delle economie durante colpite dalla pandemia.

Leggi Sicurezza Internazionale, il quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Julie Dickman

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.