Ecuador: prosegue l’incertezza su chi andrà al ballottaggio

Pubblicato il 9 febbraio 2021 alle 13:10 in America Latina Ecuador

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Non si sa ancora chi andrà al secondo turno delle presidenziali in Ecuador. Guillermo Lasso e Yaku Pérez si contendono il secondo posto per una manciata di voti e, mentre il primo chiede di attendere il 100% dei minuti scrutinati, il secondo denuncia brogli e frodi, chiede la pubblicazione dei verbali e afferma di aver superato anche Andrés Arauz, che è arrivato in testa alle elezioni di domenica 7 febbraio.

Il prolungamento dell’incertezza è stato dovuto al ritardo nel calcolo finale dei voti da parte del Consiglio Elettorale Nazionale (CNE) e ad una distanza minima tra i due concorrenti. Nonostante sia già stato scrutinato oltre il 99% dei seggi, quasi il 12% è stato classificato come “con novità”, una dicitura che indica che tali voti sono da rivedere.

Così, nelle ore serali dell’8 febbraio, il risultato pubblicato con l’87,26% dei voti calcolati, ovvero il totale scrutato meno quelli classificati come “con novità”, assegnava il 20,04% per Pérez, candidato del partito indigenista Pachakutik, e il 19,53% per Lasso, dell’alleanza conservatrice CREO e del Partito socialista cristiano (PSC).

Pérez o Lasso affronteranno chi ha ottenuto il maggior numero di voti: Andrés Arauz, della lista Unione nazionale per la Speranza (UNES). Secondo i numeri del CNE, Arauz, sostenuto dall’ex presidente Correa ha ottenuto, finora, il 32,07%, ovvero una distanza di oltre 12 punti sul secondo, ma lontano dal 40% di cui aveva bisogno per vincere al primo turno.

D’altra parte, i risultati all’Assemblea nazionale hanno dato anche la maggioranza per la UNES, con il 31,67% dei voti, seguito da Pachakutik, con il 17,38%, Sinistra Democratica con il 12,23%, CREO con il 9,69% e PSC con il 9,39%.

Il risultato ottenuto da Sinistra Democratica è stato la grande sorpresa, solo in parte anticipata nei giorni precedenti il 7 febbraio: non solo per il risultato nel ramo legislativo, ma perché il suo candidato alla presidenza, Xavier Hervas, ha ottenuto il 15,98%, posizionandosi in un quarto posto, senza possibilità di correre per il secondo turno, ma di essere un possibile king maker alleandosi con qualcuno al ballottaggio.

Sia Lasso sia Pérez hanno affermato di essere al secondo turno. Il secondo lo ha fatto prima che i risultati preliminari del CNE fossero noti, composti per il 90% da un conteggio rapido, il secondo dopo quei risultati, che ha descritto come “confusionari”.

“Con tutto il rispetto che meritano i consiglieri del CNE, hanno sbagliato, confondendo il popolo ecuadoriano con un conteggio veloce con 2.100 schede quando il campione concordato era di 2.400 schede, e portano a confusione ed errore quando cinque minuti dopo, in una televisione Il canale segnala che i risultati del conteggio veloce ci vedono al secondo turno”, ha detto.

Infatti, dopo il rapido conteggio annunciato dal presidente del potere elettorale, Diana Atamaint, che affermava che Pérez andava al secondo turno, il vicepresidente del CNE, Enrique Pita, ha dichiarato in televisione poco dopo che era Lasso ad essersi classificato per il ballottaggio.

Lasso, che ha tenuto una conferenza stampa la notte di domenica, ha affermato che non si pronuncerà ulteriormente fino a quando il CNE non avrà conteggiato il 100% dei voti. Quanto ai voti classificati “con novità”, ha sottolineato: “è un numero significativo, una percentuale significativa che riguarda poco più di 1.700.000 elettori”.

Il candidato al partito Pachakutik, da parte sua, ha chiesto un “sit-in di pace per la democrazia” davanti al CNE, a Quito. Nella capitale, davanti a un gruppo di suoi seguaci, ha affermato che era in corso una frode “cospirata tra il signor Correa, il signor Lasso e il signor Nebot [il leader storico del PSC] per impedirci di raggiungere il secondo turno”.

Il ballottaggio è previsto per il prossimo 11 aprile.

Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di spagnolo 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.