COVID-19: Bielorussia inizia campagna di vaccinazione con lo Sputnik V

Pubblicato il 30 dicembre 2020 alle 6:22 in Bielorussia Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Bielorussia è diventata il primo paese al mondo, dopo la Russia, a iniziare a vaccinare la sua popolazione contro il COVID-19 con il vaccino Sputnik V russo. A riferirlo è il Fondo russo per gli investimenti diretti (RDIF).

“Il Ministero della salute della Repubblica di Bielorussia e il RDIF annunciano che la Bielorussia ha iniziato a vaccinare la sua popolazione con il vaccino russo Sputnik V contro il coronavirus”, ha dichiarato l’ente in un comunicato stampa.

Il 21 dicembre, la Bielorussia è diventata la prima nazione straniera a registrare ufficialmente lo Sputnik V, ha ricordato il RDIF, sottolineando anche che lo sforzo per lanciare la produzione di vaccini in Bielorussia continua.

“L’immunizzazione rimane uno strumento chiave nella lotta contro il processo epidemico. Oggi la Bielorussia entra in una nuova fase, poiché inizia la vaccinazione di massa contro COVID-19. Personale medico, insegnanti e cittadini che hanno molti contatti per motivi lavorativi saranno i primi a ricevere il vaccino. La vaccinazione sarà esclusivamente su base volontaria”, ha osservato il ministro della Salute bielorusso Dmitry Pinevich.

Da parte sua, il ministro della salute russo, Mikhail Murashko, ha elogiato l’efficiente funzionamento delle agenzie di regolamentazione bielorusse, che hanno permesso di garantire rapidamente al popolo bielorusso l’accesso al vaccino russo.

Lo Sputnik V, elaborato dal Centro Gamaleya in collaborazione con il Fondo russo per gli investimenti diretti, era stato registrato lo scorso 11 agosto, diventando il primo vaccino al mondo contro il coronavirus. Il vaccino prevede l’iniezione di 2 dosi con un intervallo di tre settimane. Complessivamente 40mila volontari hanno preso parte allo studio, di cui 10mila hanno ricevuto un placebo, necessario per testare l’efficacia del vaccino. Alla fine di settembre, il direttore regionale europeo dell’OMS, Hans Kluge, ha ringraziato la Russia per i suoi “eccellenti sforzi profusi nella creazione di un vaccino sicuro ed efficace per la comunità internazionale”.

Secondo lo sviluppatore del vaccino, lo Sputnik V è in grado di rafforzare l’immunità per più di due anni e ha dimostrato di essere efficace al 92%, sulla base dei dati dei primi 16.000 partecipanti alla sperimentazione che hanno ricevuto entrambe le dosi del vaccino.

La Bielorussia registra oltre 190.000 casi di positività al nuovo coronavirus, portatore della malattia Covid-19, e 1.404 decessi. I dati che preoccupano le autorità di Minsk tuttavia, non sono quelli accumulati in totale ma quelli delle ultime settimane. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 1860 nuovi casi, l’1% del totale in un solo giorno, mentre nelle due settimane finali di dicembre si sono accumulati oltre 26.000 nuovi casi, in forte crescita rispetto alle settimane precedenti.


Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.