Italia-Qatar: visita per lanciare il Dialogo Strategico

Pubblicato il 21 dicembre 2020 alle 16:30 in Italia Qatar

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il 20 dicembre, il ministro degli Esteri italiano, Luigi di Maio, si è recato a Doha, in Qatar, per una visita ufficiale di due giorni nel Paese. Dovrebbe firmare un memorandum d’intesa sul Dialogo Strategico.

Il primo giorno della visita, il Ministro italiano ha incontrato il suo omologo, lo sceicco Mohammed bin Abdulrahman Al-Thani, con il quale firmerà un Memorandum d’Intesa per lanciare il cosiddetto Dialogo Strategico. Il 21 dicembre, Di Maio presiederà una Tavola Rotonda sulla Green Economy con il Ministro dei Trasporti e delle Comunicazioni del Qatar, Jassim Bin Saif Al Sulaiti. Dopo l’incontro, il Ministro italiano terrà colloqui con il primo ministro e ministro dell’Interno, Sheikh Khalid bin Khalifa Bin Abdulaziz Al-Thani, e con il vice emiro, Sheikh Abdullah Bin Hamad Al-Thani.

Durante la sua missione nel Paese del Golfo, il ministro degli Esteri italiano incontrerà anche il presidente della Qatar Foundation for Development, Education & Research, Sheikh Moza bint Nasser, e il segretario generale del Supreme Committee for Delivery & Legacy, Hassan Al- Thawadi. Prima di rientrare in Italia, il ministro Di Maio saluterà lo staff dell’Ambasciata Italiana e il personale militare in missione presso la base militare di Al Udeid. A tal proposito, il 10 e 11 novembre è stato a Doha il ministro della Difesa italiano, Lorenzo Guerini, che ha incontrato il vice primo ministro e ministro di Stato per la Difesa del Qatar, Khalid bin Mohamed al-Attiyah. In tale occasione, i due rappresentanti hanno firmato un accordo di cooperazione tra l’Aeronautica Militare del Qatar e l’Aeronautica Militare Italiana sul programma di addestramento del personale militare.

Durante la visita, Guerini ha anche tenuto colloqui con l’emiro dello Stato del Qatar, Sua Altezza lo Sceicco Tamim bin Hamad Al-Thani, e lo sceicco Khalid bin Khalifa al-Thani. La loro agenda comprendeva diverse questioni, come la crisi libica, i negoziati di pace intra-afghani e la situazione nel Golfo Persico. Inoltre, i due interlocutori hanno discusso della cooperazione bilaterale militare, tecnica e industriale, compresi i programmi di cyber security del Qatar. Il ministro Guerini e il suo omologo al-Attiyah hanno espresso la loro soddisfazione per i progetti legati alla cooperazione militare, di formazione e industriale. A questo proposito, le due parti hanno firmato l ‘“Accordo di Cooperazione sulla Formazione dei Piloti” tra le due forze aeree.

A tal proposito, Leonardo Spa parteciperà al progetto International Flight Training School. “Si conferma l’elevato valore strategico della partnership tra Italia e Qatar nel settore della Difesa. Sono qui per rinnovare il nostro impegno nell’approfondire la nostra continua cooperazione”, ha dichiarato il Ministro Guerini, aggiungendo che, nel quadro del rapporto Doha-Roma, l’industria italiana della difesa gioca un ruolo rilevante, poiché è impegnata in progetti“ di altissimo livello valore tecnologico”. Inoltre, come specificato dal ministro Guerini, l’Italia è disponibile a realizzare nuovi progetti di cooperazione industriale con il Qatar.

Negli ultimi anni Doha ha investito in maniera importante in immobili e aziende italiane. Il 2 agosto 2017, in occasione dell’incontro tra l’ex ministro degli Esteri italiano, Angelino Alfano, e il suo omologo del Qatar, lo sceicco Mohammed bin Abdul Rahman Al Thani, i due Paesi hanno firmato un accordo di collaborazione congiunta per la difesa reciproca, che includa la vendita di 5 miliardi di euro di navi da guerra dall’Italia al Qatar. In precedenza, il 16 giugno 2016, Italia e Qatar hanno firmato un accordo per la cooperazione nell’industria della difesa navale, che fa parte dell’Accordo bilaterale sulla cooperazione per la difesa, firmato a Doha nel 2010.

Leggi Sicurezza Internazionale, il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Maria Grazia Rutigliano

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.