La Banca Centroamericana studia la possibilità di creare un mercato dei capitali regionale

Pubblicato il 20 dicembre 2020 alle 6:20 in America Latina America centrale e Caraibi

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Banca Centroamericana per l’Integrazione Economica (BCIE) sta studiando la possibilità di creare un mercato dei capitali regionale. A riferirlo è il suo presidente esecutivo, l’honduregno Dante Mossi, secondo un comunicato stampa dell’istituzione.

“La Banca sta studiando la possibilità di creare un mercato dei capitali regionale che aiuti a collocare meglio i titoli di debito della regione centroamericana, così come l’emissione in valuta locale per facilitare il credito a più lungo termine che stimoli l’edilizia abitativa”, ha dichiarato Mossi durante un Forum sulla situazione economica della regione e le prospettive per il 2021.

I presidenti delle banche centrali dei Paesi membri dell’Istituto finanziario regionale hanno partecipato all’incontro in modalità online.

Attraverso un messaggio preregistrato, Mossi ha evidenziato il ruolo attivo dell’Istituto nel mitigare gli effetti negativi – economici e sociali – della pandemia attraverso il Programma di Sostegno e Preparazione all’Emergenza per il COVID-19 e la riattivazione economica.

Al progetto umanitario sono stati destinati circa oltre 2,6 miliardi di dollari .

In primo piano nel dialogo tra le principali autorità bancarie della regione e la BCIE temi quali le principali sfide economiche della regione, che includono i settori reale, fiscale, monetario ed esterno.

La discussione ha riguardato anche le opportunità di integrazione economica e il ruolo della BCIE nell’attuale situazione regionale.

La Banca Centroamericana per l’Integrazione Economica, creata nel 1960, è un’entità legale, di natura internazionale, il cui obiettivo è promuovere l’integrazione e lo sviluppo dei paesi fondatori: Guatemala, Honduras, El Salvador, Nicaragua e Costa Rica. La sua sede principale è a Tegucigalpa, in Honduras, e ha anche uffici regionali in ogni paese dell’America centrale.

L’obiettivo della Banca è promuovere l’integrazione e lo sviluppo economico e sociale equilibrato della regione centroamericana e, insieme ai paesi partner, cercare soluzioni finanziarie che contribuiscano alla creazione di posti di lavoro e migliorino il benessere e la qualità della vita dei cittadini di quei paesi.

In qualità di organizzazione finanziaria regionale, la BCIE sostiene il settore pubblico e privato ed è specializzata nell’attrazione e nel convogliamento di risorse esterne per promuovere opportunità di investimento e sviluppo nelle sue aree di azione, che sono: Infrastruttura produttiva ed energia; Agricoltura e sviluppo rurale; Sviluppo umano e infrastrutture sociali; Industria, sviluppo urbano e servizi per la competitività; Intermediazione finanziaria e finanza per lo sviluppo.


Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.