NATO smentisce accordo su esercitazioni congiunte con Russia

Pubblicato il 11 dicembre 2020 alle 6:22 in NATO Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La NATO non prevede di tenere esercitazioni congiunte con la Russia, in quanto la cooperazione pratica con Mosca è stata sospesa nel 2014. Ad affermarlo è la portavoce dell’Alleanza, Oana Lungescu.

Nella giornata di ieri la Flotta del Mar Nero russa aveva riferito che le navi della Marina russa avrebbero partecipato alle prime esercitazioni congiunte con i paesi della NATO negli ultimi 10 anni, inclusi Stati Uniti e Gran Bretagna.

Le manovre in questione sarebbero state organizzate a febbraio al largo delle coste pakistane.

“La nostra cooperazione pratica è stata sospesa a causa dell’annessione illegale della Crimea ucraina da parte della Russia nel 2014”, ha affermato Lungescu, rispondendo ad una richiesta inviata dall’agenzia di stampa Sputnik.

Come dichiarato in precedenza dal portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, Mosca non dispone di informazioni su possibili esercitazioni congiunte. Peskov ha suggerito ai giornalisti di rivolgersi al Ministero della Difesa.

L’ultima volta in cui la Marina russa ha partecipato a manovre insieme alla flotta della NATO risale al 2011, al largo delle coste della Spagna nel quadro delle esercitazioni “Bold Monarch”.

Le relazioni NATO-Russia sono state stabilite nel 1991 nel quadro del Consiglio di cooperazione del Nord Atlantico. Nel 1994 la Russia ha aderito al programma Partenariato per la pace e da quel momento la NATO e la Russia hanno firmato diversi importanti accordi di cooperazione. 

Il Consiglio Russia-NATO è stato istituito nel 2002 per la gestione delle questioni di sicurezza e dei progetti comuni. La cooperazione tra Russia e NATO si sviluppa ora in diversi settori principali, tra cui: lotta al terrorismo, cooperazione militare, cooperazione sull’Afghanistan (compreso il trasporto da parte della Russia di merci non militari della Forza internazionale di assistenza alla sicurezza e lotta contro la produzione locale di droga), cooperazione industriale e non proliferazione delle armi.

Il 1 aprile 2014 la NATO ha deciso all’unanimità di sospendere la cooperazione con la Federazione Russa in risposta alla crisi ucraina. Il 18 febbraio 2017, il ministro degli Affari esteri russo Sergey Lavrov ha dichiarato di sostenere la ripresa della cooperazione militare con l’alleanza NATO. 


Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.