Lavrov: Russia e Messico sono partner naturali

Pubblicato il 11 dicembre 2020 alle 12:56 in Messico Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Russia e Messico sono partner naturali negli affari internazionali, impegnati insieme nel rafforzare il ruolo delle Nazioni Unite e nel respingere misure unilaterali. È quanto ha affermato il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov nel suo articolo dedicato al 130° anniversario dell’inizio delle relazioni diplomatiche tra i due Paesi.

“Nel XXI secolo, Russia e Messico intervengono come partner naturali negli affari globali. Vediamo nel Messico un attore forte con iniziativa a livello regionale e internazionale, che ha una voce indipendente quando si tratta di risolvere i problemi di mantenimento della stabilità e della sicurezza globale”, ha dichiarato il capo della diplomazia russa.

Lavrov ha sottolineato che Russia e Messico sono impegnati per “la supremazia del diritto internazionale e il rafforzamento del ruolo guida delle Nazioni Unite nella risoluzione dei problemi mondiali, il rifiuto di approcci unilaterali, l’opzione a favore di mezzi politici e diplomatici di risoluzione crisi e conflitti”.

Il ministro russo ha definito “riuscita” la cooperazione tra Russia e Messico per risolvere i problemi della sicurezza globale e regionale, la lotta al terrorismo internazionale, i cambiamenti climatici e lo sviluppo sostenibile”.

“I nostri partner messicani ci supportano su percorsi così importanti come la trasparenza e le misure di rafforzamento della fiducia nel cosmo, l’iniziativa di non essere i primi a dispiegare armi nello spazio, la sicurezza informatica internazionale e la non glorificazione del nazismo”, ha sottolineato Lavrov che ha aggiunto che la Russia considera la diversificazione e l’aumento del commercio con il Messico una priorità.

“Consideriamo come compiti principali la diversificazione del commercio bilaterale, la promozione degli investimenti e i contatti diretti tra gli ambienti economici di entrambi i paesi”, ha affermato. Il ministro russo ha sottolineato inoltre che il Messico è uno dei principali partner della Russia in America Latina, “da molti anni è al secondo posto in termini di scambi”.

Lavrov ha sottolineato che le economie di Russia e Messico “non sono in concorrenza ma si completano a vicenda”. I due paesi, ha osservato, sviluppano “grandi progetti di investimenti e infrastrutture”, e ha sottolineato, in questo contesto, “un contributo significativo” fornito da società russe come Rosatom e Lukoil. Ha ricordato che con la partecipazione della Russia sono state realizzate le centrali idroelettriche di Aguamilpa e Huites. 

Il ministro ha segnalato che gli elicotteri di fabbricazione russa, utilizzati in Messico nelle operazioni di soccorso e nella lotta alla criminalità organizzata e al traffico di droga, “hanno acquisito una buona reputazione nel mercato messicano”.

“Esempi di investimenti messicani nell’economia russa includono la società Nemak, che ha aperto un impianto di ricambi auto in Russia nel 2015, così come Gruma International Foods, che ha lanciato un impianto di trasformazione alimentare nel 2017”, ha affermato ancora Lavrov.

Il ministro degli Esteri russo ha definito queste iniziative “ambiziose e interessanti” e ha promesso che le autorità russe risponderanno “con tutti i mezzi possibili”.

“Il potenziale per il commercio e gli investimenti è considerevole. Ci sono prospettive promettenti nei settori energetico, automobilistico, aeronautico, cantieristico, chimico e farmaceutico, nel trasporto ferroviario, nell’agricoltura, nonché nei settori dell’alta tecnologia e dell’innovazione. Stiamo andando avanti e cerchiamo di tenere il passo anche durante la pandemia”, ha detto, affermando che, inoltre la Russia è interessata a firmare un accordo di esenzione reciproca dal visto per viaggi da e per il Messico.

Lo scorso gennaio, l’ambasciatore russo in Messico, Viktor Koronelli, ha riferito che il Messico stava esaminando la bozza di un accordo sull’eliminazione dei visti, proposta dalla Russia da diversi mesi.

Il ministro russo ha sottolineato inoltre che la cooperazione culturale tra Russia e Messico continua a svilupparsi. “Tra gli eventi degli ultimi anni, spicca una grande mostra di dipinti di Vassilij Kandinskij a Città del Messico. Le mostre delle opere di Frida Kahlo e Diego Rivera a Mosca e San Pietroburgo [2018-2019] hanno provocato un grande interesse del pubblico russo. Nell’ambito dei programmi di cooperazione culturale, si tengono regolarmente le giornate della cultura di Russia e Messico, spettacoli di artisti famosi, mostre e presentazioni dei musei di entrambi i paesi, conferenze scientifiche e festival cinematografici”, ha ricordato.

Lavrov ha apprezzato l’interesse del Messico per gli scambi studenteschi e accademici con la Russia. “Ogni anno il nostro paese offre borse di studio affinché i cittadini messicani possano studiare nelle università russe. Accetteremmo volentieri le richieste dei nostri amici di aumentare le quote di queste borse di studio per la formazione dei medici messicani nelle nostre università”, ha aggiunto.

Nel suo messaggio, Lavrov ha sottolineato che i legami bilaterali sono oggi caratterizzati da “regolari contatti politici, interparlamentari e interdipartimentali e da una conseguente promozione della cooperazione economica e commerciale, degli investimenti, scientifici, culturali e umanitari”.

Il ministro degli Esteri russo ha concluso evidenziando l’interazione di Russia e Messico sulla scena internazionale, “prova dell’adesione dei nostri Paesi al rafforzamento del ruolo dell’ONU, primato del diritto internazionale, rifiuto dell’unilateralismo, difesa del principio di non interferenza. e sostegno alla soluzione di crisi e conflitti attraverso i canali politici e diplomatici”.

Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di russo e spagnolo

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.