Iran: assassinato Fakhrizadeh, capo del programma nucleare

Pubblicato il 27 novembre 2020 alle 18:28 in Iran Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Lo scienziato iraniano Mohsen Fakhrizadeh, considerato da Israele il capo del programma nucleare di Teheran, è stato ucciso in un’imboscata nei pressi della capitale. L’uomo è stato assassinato a colpi di pistola ad Absard, nei pressi di Damavand, un sobborgo nella parte orientale di Teheran. “Ha subito una morte da martire”, ha detto venerdì 27 novembre il ministero degli Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif .

Le autorità locali hanno confermato l’omicidio di Fakhrizadeh e hanno assicurato che gli aggressori sono stati uccisi. Israele si è rifiuta di commentare immediatamente la notizia, nonostante Tel Aviv sia stata sospettata, circa dieci anni fa, di aver organizzato una serie di uccisioni mirate contro scienziati nucleari iraniani. L’agenzia di stampa iraniana semi-ufficiale Fars ha affermato che alcuni testimoni hanno sentito il suono di un’esplosione e poi il fuoco di una mitragliatrice. L’attacco avrebbe preso di mira l’auto su cui viaggiava Fakhrizadeh. I feriti, comprese le guardie del corpo dello scienziato, sono stati portati in un ospedale locale, ha precisato l’agenzia. 

Secondo Fars, l’uomo sarebbe stato attaccato da 3 o 4 aggressori sconosciuti. “C’è stata un’esplosione e uno scambio di colpi di arma da fuoco. Si dice che nell’incidente siano rimaste uccise altre 3-4 persone”, ha affermato Assed Baig, corrispondente di al Jazeera. “Il capo delle Guardie della Rivoluzione iraniana ha affermato che assassinare scienziati nucleari è un tentativo da parte di potenze egemoniche di impedire all’Iran di acquisire nuove conoscenze”, ha sottolineato Baig.

Foto e video condivisi online hanno mostrato una berlina Nissan con fori di proiettile sul parabrezza e sangue versato sulla strada. Nessun gruppo ha rivendicato immediatamente la responsabilità dell’attacco. Il ministro degli Esteri iraniano ha affermato che l’uccisione di Fakhrizadeh mostra “serie indicazioni” di un concreto ruolo israeliano.“Oggi i terroristi hanno assassinato un nostro eminente scienziato. Questa codardia, con gravi indizi sul ruolo israeliano, evidenzia un disperato tentativo guerrafondaio degli autori”, ha scritto Zarif su Twitter venerdì.

Fakhrizade, 63 anni, era stato un membro delle Guardie rivoluzionarie ed era un esperto nella produzione di missili. L’agenzia di stampa Fars ha affermato che per questo i servizi segreti israeliani stanno cercando di eliminarlo da molto tempo. Il consigliere militare del leader supremo iraniano, l’ayatollah Ali Khamenei, ha promesso che troverà e colpirà tutti gli assassini di Fakhrizadeh. “Colpiremo come un tuono gli assassini di questo martire oppresso e faremo loro rimpiangere quest’azione”, ha twittato il comandante militare Hossein Dehghan. Anche il ministro della Difesa iraniano, il generale di brigata Amir Hatami, ha twittato che l’assassinio mostra “la profondità dell’odio nemico” nei confronti della Repubblica Islamica.

Fakhrizadeh ha guidato il cosiddetto programma iraniano nucleare Amad (Hope). Israele e l’Occidente ritengono che si tratti di un’operazione militare che cercherebbe di valutare la fattibilità della costruzione di un’arma nucleare in Iran. Teheran ha mantenuto a lungo, ufficialmente con scopi pacifici, il suo programma nucleare. L’Agenzia internazionale per l’energia atomica ha dichiarato che il programma Amad sarebbe terminato all’inizio degli anni 2000. I suoi ispettori, tuttavia, continuano a monitorare i siti nucleari iraniani.

L’assassinio di venerdì 27 novembre segna la seconda uccisione mirata di un alto funzionario iraniano dopo quella del capo delle Forze Quds dell’IRGC, il generale Qassem Soleimani, eliminato con un attacco aereo statunitense nel gennaio di quest’anno. L’uccisione di Fakhrizadeh è avvenuta alla vigilia dell’anniversario dell’assassinio di un altro importante scienziato nucleare iraniano, Majid Shahriari, ucciso nel 2010. In passato, Fakhrizadeh era già sopravvissuto ad alcune minacce di omicidio.

Leggi Sicurezza Internazionale, il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Chiara Gentili

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.