Corea del Nord: in costruzione un sottomarino in grado di lanciare missili balistici

Pubblicato il 3 novembre 2020 alle 18:34 in Asia Corea del Nord

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Corea del Nord sta costruendo due nuovi sottomarini, tra cui uno in grado di lanciare missili balistici. È quanto ha riferito un parlamentare sudcoreano, martedì 3 novembre, dopo un briefing a porte chiuse del Servizio nazionale di intelligence.

Pyongyang possiede una grande flotta di sottomarini, ma solo un sottomarino sperimentale noto è in grado di trasportare un missile balistico. “Uno dei sottomarini che la Corea del Nord sta costruendo può trasportare un sistema per il lancio di un missile balistico”, ha dichiarato allagenzia di stampa Reuters Ha Tae-keung, un parlamentare del partito di opposizione nel comitato di intelligence del Parlamento della Corea del Sud. “Dei due, uno è un sottomarino della Romeo Class modificata e l’altro è un nuovo mezzo di dimensioni medio-grandi”, ha aggiunto.

La Corea del Nord è soggetta alle sanzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite dal 2006 per i suoi programmi nucleari e sui missili balistici. Il leader nordcoreano, Kim Jong Un, e il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, si sono incontrati tre volte dal 2018 per cercare di compiere progressi nelle trattative con cui Washington sta cercando di convincere Pyongyang a rinunciare alle sue armi nucleari. In cambio, il leader della Corea del Nord chiede il ritiro delle sanzioni ma, nonostante gli incontri e le discussioni, i risultati delle trattative sono ancora scarsi.

Nel luglio 2019, i media statali hanno riferito che Kim stava ispezionando un grande sottomarino di nuova costruzione. Sebbene la Corea del Nord non abbia fornito alcuna informazione sui sistemi di armamento del sottomarino, gli analisti hanno affermato che le dimensioni apparenti della nave indicavano che fosse stata progettata per trasportare missili.

Nello stesso anno, la Corea del Nord ha dichiarato di aver testato con successo un nuovo sistema di lancio di missili balistici da un sottomarino dal mare e, il mese scorso, ha mostrato un nuovo design del progetto durante una parata militare a Pyongyang. La promessa di Kim di svelare quest’anno nuove armi strategiche ha portato allipotesi, sempre più diffusa, che la Corea del Nord possa riuscire presto a schierare un sottomarino operativo con missili balistici.

Il segretario alla Difesa degli Stati Uniti, Mark Esper, ha affermato, il 14 ottobre, che i programmi militari della Corea del Nord rappresentano “una seria minaccia” alla stabilità globale. In occasione del 75° anniversario dalla fondazione del Partito dei Lavoratori di Corea (WPK), il 10 ottobre, Kim Jong Un ha tenuto un discorso alla Nazione e ha partecipato alla parata militare dell’esercito, organizzata per mettere in mostra l’arsenale nordcoreano. In tale occasione, Pyongyang ha presentato un nuovo tipo di missile balistico intercontinentale, per la prima volta dopo due anni. Il nuovo missile, se messo in funzione, potrebbe essere il più grande al mondo e potrebbe trasportare più testate multiple indipendenti. Oltre a questo, la Corea del Nord ha mostrato un totale di 76 missili di nove tipi diversi durante la parata.

Lo scorso 21 gennaio, il consigliere della missione nordcoreana presso le Nazioni Unite a Ginevra, Ju Yong Chol, aveva affermato che, negli ultimi due anni, mentre il Paese aveva interrotto test nucleari e lanci di missili per andare in contro alle richieste statunitensi, in risposta, gli USA avevano condotto esercitazioni militari con la Corea del Sud e insistito con il mantenimento di sanzioni volte, a suo dire, a bloccare lo sviluppo del Pyongyang e ad ostacolare il suo sistema politico. Da allora, la Corea del Nord ha affermato di non ritenersi più vincolata a nessun accordo con Washington e ha condotto diversi lanci missilistici nei mesi di marzo e aprile 2020. Lo scorso 7 luglio, un inviato degli Stati Uniti si è recato in Corea del Sud nel tentativo di avviare nuovi colloqui con la Corea del Nord ma, poche ore prima di un ipotetico incontro con una delegazione, Pyongyang ha affermato di non aver intenzione di dialogare con i rappresentanti statunitensi.

Leggi Sicurezza Internazionale, il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Chiara Gentili

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.