Von Der Leyen: “UE pronta a stanziare 100 milioni di euro per test anti-coronavirus”

Pubblicato il 28 ottobre 2020 alle 19:31 in Europa

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’Unione Europea ha annunciato che sta mobilitando 100 milioni di euro per la produzione e la distribuzione di test rapidi ed efficaci contro il coronavirus in tutto il continente, considerato l’incremento “molto allarmante” delle infezioni.

“Per acquistare direttamente i test rapidi dell’antigene e consegnarli agli Stati membri, la Commissione sta mobilitando 100 milioni di euro nell’ambito dello strumento di sostegno alle emergenze”, si legge in una dichiarazione della Commissione europea, che nel frattempo ha introdotto nuove misure, tra cui un’estensione della sospensione temporanea dei dazi doganali e dell’imposta sul valore aggiunto all’importazione di apparecchiature mediche da Paesi extra UE. La Commissione ha altresì proposto che gli ospedali e i medici non paghino l’imposta sul valore aggiunto sui vaccini e sui kit di test utilizzati nella lotta contro il coronavirus.

La presidente, Ursula von der Leyen, ha affermato che il blocco deve intensificare la sua risposta al virus e ha annunciato ulteriori misure in vista della riunione dei leader dell’UE sulla situazione del COVID-19, giovedì 29 ottobre. “Stiamo lanciando ulteriori iniziative nella lotta contro il virus, dall’aumento dell’accesso ai test rapidi alla preparazione di campagne di vaccinazione”. La von der Leyen ha inoltre chiesto agli Stati membri di lavorare in stretto coordinamento e di collegare le loro app di tracciamento COVID-19 all’European Gateway, che dovrebbe essere pubblicato a novembre, per una maggiore condivisione dei dati con la principale agenzia europea per le malattie infettive, il Centro europeo per la Prevenzione e il Controllo delle malattie (ECDC).

“Nessuno Stato membro uscirà sano e salvo da questa pandemia finché non lo faranno tutti”, ha detto la presidente della Commissione. “Il coronavirus ci sta mettendo alla prova tutti. Ma lavorando insieme, coordinando la nostra azione e assumendoci la responsabilità a tutti i livelli, possiamo ottenere il controllo su di esso, proteggere la salute di tutti e riportare gradualmente la nostra società e la nostra economia alla normalità”, ha aggiunto.

Parlando nello specifico della campagna di vaccinazione, la von der Leyen ha affermato: “Nel miglior scenario possibile, gli accordi per l’acquisto anticipato dei vaccini anti-Covid che abbiamo con le società farmaceutiche prevedono un range tra le 20-50 milioni di dosi consegnate ogni mese, da quando le prime società saranno pronte”. “Se tutti i candidati che abbiamo per la produzione dei vaccini avessero successo, nel 2021 avremo 1 miliardo e 220 milioni di vaccini. Ma anche se tutti i candidati non dovessero riuscire, potremo vaccinare 700milioni di persone”, ha specificato la presidente della Commissione.

Dal canto suo, il commissario europeo per la Salute, Stella Kyriakides, ha dichiarato: “L’aumento dei tassi di infezione da COVID-19 in tutta Europa è molto allarmante. È necessaria un’azione immediata e decisiva affinché l’UE protegga vite e mezzi di sussistenza, allevi la pressione sui sistemi sanitari e controlli la diffusione del virus”.

Gli ultimi dati dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), martedì 27 ottobre, hanno mostrato che l’Europa ha segnalato 1,3 milioni di nuovi casi negli ultimi sette giorni, quasi la metà dei 2,9 milioni segnalati in tutto il mondo, con oltre 11.700 decessi, un aumento del 37% rispetto alla settimana precedente.

Gli Stati Uniti, che hanno visto più di 500.000 casi nell’ultima settimana, hanno registrato infezioni giornaliere record, mentre molti Paesi asiatici hanno in gran parte tenuto sotto controllo la malattia. Anche la Cina, tuttavia, ha segnalato 42 nuovi casi martedì, il suo più alto bilancio giornaliero in oltre due mesi.

Leggi Sicurezza Internazionale, il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Chiara Gentili

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.