Germania: arrestato giovane siriano, aveva aggredito 2 turisti

Pubblicato il 21 ottobre 2020 alle 20:49 in Europa Germania

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

In Germania, la polizia ha arrestato un ventenne siriano sospettato di aver aggredito, il 4 ottobre, due turisti tedeschi, in visita nella città orientale di Dresda, uccidendone uno e ferendo gravemente l’altro. L’incidente, secondo quanto rivelato dalle autorità, mercoledì 21 ottobre, avrebbe matrice islamista.

Il presunto colpevole, arrestato nella serata del 20 ottobre, è noto da tempo alla polizia della Sassonia, che lo ha identificato come un estremista islamico pronto a commettere atti di violenza. Il giovane, giunto in Germania nel 2015, durante la crisi dei rifugiati siriani, era stato condannato, nel 2017, a più di due anni di carcere per incitazione ad attentato terroristico e per reclutamento a favore dello Stato islamico.

Nel settembre scorso, il ragazzo era stato rilasciato, dopo aver scontato la pena, ed era stato messo sotto sorveglianza dalla polizia. Tuttavia, secondo quanto si apprende da fonti governative, dal 2017 il giovane siriano avrebbe sposato sempre di più la causa del califfato, decidendosi a commettere un attentato. Il 20enne potrebbe essersi radicalizzato ulteriormente durante la detenzione, riferisce la stampa.

L’uomo è stato arrestato, martedì 20 ottobre, dopo che gli investigatori hanno trovato tracce che lo collegherebbero al crimine, ha affermato la polizia di Dresda in una dichiarazione. “Le indagini hanno dimostrato che il terribile omicidio a Dresda avrebbe un background islamista”, ha riferito il ministro della Giustizia, Christine Lambrecht. “Il terrorismo islamista è una minaccia grave e duratura per la nostra società e dobbiamo affrontarlo con determinazione”, ha aggiunto.

Le vittime, una di 53 e l’altra di 55 anni, sono uomini tedeschi originari dello Stato occidentale del Nord Reno-Westfalia e si trovavano a Dresda per vacanze. Entrambi sono stati gravemente feriti nell’attacco, avvenuto con coltello, e il 55enne è in seguito morto a causa delle lesioni.

Secondo l’agenzia di intelligence interna del Paese, il numero di persone appartenenti a organizzazioni terroristiche islamiste in Germania è cresciuto del 5.5%, raggiungendo la cifra di 12.150 persone, dal 2018 al 2019. Berlino ha subito un attentato islamista con un veicolo nel 2016, quando Anis Amri, un 24enne tunisino, il 19 dicembre 2016 ha travolto la folla presso i mercatini di Natale di Berlino, a bordo di un camion, uccidendo 12 persone e ferendone 48. In tale contesto, la Germania ha registrato anche un aumento significativo del numero di estremisti di destra nel 2019. È quanto emerso da un rapporto annuale sull’estremismo in Germania, pubblicato il 9 luglio dall’agenzia di intelligence nazionale, il quale stima che il numero di estremisti di destra a Berlino sia arrivato a 32.080 nel 2019. Si tratta di un aumento di quasi 8.000 unità rispetto alla cifra di 24.100 registrata nel 2018.

Leggi Sicurezza Internazionale, il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Chiara Gentili

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.