Coronavirus: a novembre l’Indonesia somministrerà vaccini cinesi

Pubblicato il 13 ottobre 2020 alle 9:58 in Cina Indonesia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Ministero per la coordinazione degli Affari Marittimi dell’Indonesia, il 12 ottobre, ha reso noto che Jakarta intende iniziare a somministrare i vaccini forniti dalla Cina per il coronavirus dal mese di novembre 2020.

In particolare, nel mese di novembre, 100.000 dosi saranno fornite dall’azienda cinese CanSino Biologics, la prima azienda della Cina ad aver sperimentato il vaccino per il coronavirus sull’uomo. Successivamente, entro dicembre, la Sinovac Biotech, anch’essa con sede in Cina, procurerà all’Indonesia 3 milioni di dosi. Infine, da novembre, inizieranno ad arrivare in Indonesia 5 milioni di dosi di un vaccino realizzato in collaborazione dall’azienda a proprietà statale cinese Sinopharm e dalla compagnia di tecnologie degli Emirati Arabi Uniti G42.

Al momento, i tre vaccini che saranno somministrati in Indonesia si trovano al terzo stadio di sperimentazione clinica e, in Cina, hanno già ricevuto l’autorizzazione per essere utilizzati in caso d’emergenza, dallo scorso luglio. In totale, la Cina sta conducendo la terza fase di sperimentazione clinica di 4 vaccini. In tre casi si tratta di vaccini inattivati, mentre uno è un vaccino basato su vettori derivati da adenovirus.

Il ministro della Salute indonesiano, Terawan Agus Putranto, ha affermato che i primi a ricevere il vaccino saranno coloro che lavorano in ambito sanitario, i soccorritori, i dipendenti pubblici, l’esercito, i poliziotti e il personale delle scuole. Il ministro ha aggiunto che in un secondo momento i vaccini saranno messi in vendita ma ha anche specificato che saranno gratuiti per le fasce più povere della popolazione.

Jakarta si sta preparando alla somministrazione dei vaccini dal mese di settembre 2020, quando è iniziata la formazione a tal proposito dei lavoratori in ambito sanitario e di quelli delle cliniche locali. L’Indonesia è il quarto Paese più popoloso al mondo e conta un totale di circa 270 milioni di abitanti. Al momento, la crisi sanitaria determinata dal coronavirus potrebbe determinare la prima recessione economica del Paese negli ultimi vent’anni.

L’annuncio della somministrazione di vaccini cinesi è arrivato a due giorni di distanza da un incontro a Kunming, in Cina, tra una delegazione di alto livello cinese e una indonesiana. Di quest’ultima faceva parte il ministro Terawan, il direttore dell’Agenzia per gli alimenti e i medicinali indonesiana, Penny K. Lukito, il presidente di Bio Pharma, Honesti Basyir, e il ministro per la coordinazione degli Affari Marittimi dell’Indonesia, Luhut Pandjaitan. Quest’ultimo, dal mese di settembre, è stato incaricato dal presidente indonesiano, Joko Widodo, di gestire l’emergenza coronavirus nel Paese, e, durante la visita in Cina, ha incontrato il ministro degli Esteri di Pechino, Wang Yi.

In seguito all’incontro tra Luhut e Wang, il 10 ottobre, Cina e Indonesia avevano annunciato accordi per la cooperazione nella ricerca, produzione e distribuzione di un vaccino per il coronavirus. Nel dare tale annuncio, lo stesso ministro degli Esteri cinese aveva dichiarato che l’Indonesia fosse il Paese con le maggiori capacità di produzione del vaccino nella regione del Sud-Est asiatico e, per questo, ha annunciato che avrebbe incoraggiato le aziende cinesi a cooperare con l’Indonesia, così da rendere il Paese il centro di produzione dei vaccini nella regione.

A dimostrazione della cooperazione sino-indonesiana, dallo scorso mese di aprile, la Sinovac Biotech ha cooperato con l’azienda statale indonesiana Bio Farma per la ricerca di un vaccino per il coronavirus che sarà chiamato CoronaVac e che è entrato nell’ultima fase di sperimentazione clinica. L’azienda indonesiana inizierà a produrre vaccini da novembre e se la versione di prova andrà bene, Bio Pharma produrrà 250 milioni di dosi l’anno.

Leggi Sicurezza Internazionale, il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Camilla Canestri, interprete di cinese e inglese

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.