Cipro Nord, elezioni presidenziali: si va al ballottaggio

Pubblicato il 12 ottobre 2020 alle 12:31 in Cipro Turchia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Gli abitanti della Repubblica turca di Cipro Nord (TRNC) dovranno tornare a votare dopo che le elezioni presidenziali di domenica 11 ottobre si sono concluse senza che nessuno dei candidati riuscisse a ottenere più del 50% dei voti. Ersin Tatar, esponente nazionalista sostenuto dal presidente turco Erdogan e attuale premier di Cipro Nord, ha raccolto al primo turno il 32,45% dei consensi, aggiudicandosi la testa delle elezioni. Al ballottaggio, che dovrebbe tenersi il 18 ottobre, Tatar dovrà affrontare l’attuale presidente, Mustafa Akinci, candidato indipendente, arrivato secondo al voto di domenica con il 29,76% dei voti. Quest’ultimo, nonostante lo svantaggio, è considerato il favorito alla vittoria nel secondo turno, dal momento che potrà contare sul sostegno di Tufan Erhurman, leader del Partito turco repubblicano (Ctp) di centrosinistra.

L’affluenza alle urne, secondo i dati comunicati da Bayrak Radio Television Corporation, è stata bassa. Solo il 55% degli aventi diritto si è recato a votare al primo turno. Sono stati registrati circa 198.867 elettori, che hanno votato in 738 urne. Undici candidati hanno partecipato alle elezioni, di cui sette indipendenti. Nella stessa occasione, i turco-ciprioti hanno votato anche per un referendum su un emendamento costituzionale volto ad aumentare il numero dei giudici dell’Alta Corte. Mentre il 49,80% degli elettori ha votato a favore dell’emendamento, il 50,20% si è dichiarato contrario.

Parlando dei risultati delle elezioni presidenziali, Erhurman ha dichiarato, in un’intervista alla Bayrak Radio Television Corporation: “La partecipazione alle elezioni è stata molto bassa, ma crediamo nella democrazia e rispettiamo la volontà della gente”. Erhurman si era candidato al voto di domenica come candidato del maggior partito di opposizione.

Nel frattempo, il vice primo ministro e ministro degli Esteri, Kudret Ozersay, candidato indipendente, ha ammesso, in un post su Facebook: “Il tasso di voti che ho ricevuto è molto al di sotto delle mie aspettative. È ad un livello che mi impone di rivedere la mia vita politica”.

In una conferenza stampa con i giornalisti, dopo le elezioni, Tatar ha descritto i risultati del primo turno come “una vittoria”. L’attuale primo ministro ha sottolineato che l’affluenza bassa è stata determinata prevalentemente dai timori legati alla pandemia e ha affermato che al secondo turno è prevista una maggiore partecipazione. “Credo che, al ballottaggio, un maggior numero di cittadini andrà alle urne ed esprimerà la sua volontà. Voglio rivolgere questo appello a tutti i miei cittadini”, ha affermato Tatar, aggiungendo: “La nostra vera vittoria ci sarà il 18 ottobre”.

Nel frattempo, l’attuale presidente Akinci ha dichiarato che si aspetta di portare avanti il suo incarico. Precisando anche lui che un’elezione molto più partecipata è attesa al secondo turno, ha affermato: “Credo che con il sostegno del nostro popolo, continueremo ad assolvere i nostri compiti a partire dalla mattinata del 19 ottobre”.

Cipro è da anni motivo di forte tensione tra Grecia e Turchia. Il territorio dell’isola risulta diviso dalla cosiddetta “linea verde” che separa l’area amministrata dalla Repubblica di Cipro e abitata prevalentemente dalla comunità greco-cipriota, dall’area amministrata dalla Repubblica Turca di Cipro del Nord e abitata prevalentemente dalla comunità turco-cipriota. Tale divisione risale al 1974, quando, in seguito al tentativo di colpo di Stato da parte dei nazionalisti greco-ciprioti, che favorivano l’annessione dell’isola alla Grecia, il 20 luglio, Ankara inviò le sue truppe “a protezione della minoranza turco-cipriota” nella parte settentrionale dell’isola, sulla quale la Turchia ha poi stabilito il controllo.

Leggi Sicurezza Internazionale, il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Chiara Gentili

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.