Coronavirus in Spagna: settembre impone nuove restrizioni

Pubblicato il 3 settembre 2020 alle 6:11 in Europa Spagna

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Madrid, Andalusia e Castilla y León reagiscono al continuo aumento delle infezioni. Parchi e giardini recintati, limite di persone nei locali come nella Fase 1 e numero massimo di invitati nei matrimoni sono solo alcune delle misure adottate.

Con 16.269 casi nell’ultimo weekend e 1.833 contagi nelle ultime 24 ore, settembre dà il segnale di partenza per nuove misure restrittive. Fernando Simón, direttore del Centro per il coordinamento degli allarmi sanitari e delle emergenze del Ministero della salute, ha riconosciuto un aumento “significativo” dei risultati positivi e ha indicato che la situazione non può lasciare le autorità indifferenti.

Simón aveva annunciato settimane fa che la trasmissione si era ridotta, ma nel suo ultimo intervento ha mostrato grande preoccupazione di fronte al nuovo aumento di contagi. “Gran parte delle diagnosi e dei decessi sono dovuti principalmente a una comunità autonoma, la Comunità di Madrid, il che non significa che altre comunità non abbiano avuto altri aumenti negli ultimi giorni, come l’Andalusia”, ha dichiarato, provocando la reazione furiosa della presidente della regione, Isabel Díaz Ayuso. “Questa crudeltà è ingiusta, sproporzionata e dannosa per la Spagna. Se Madrid non si riattiva, la Spagna affonda”, ha scritto su Twitter, alludendo anche a Pedro Sánchez.

I nuovi dati hanno innescato misure precauzionali in diverse comunità della Spagna. A Madrid, che detiene il maggior numero di infezioni, decessi e ricoveri all’Unità di Terapia Intensiva (ICU), la chiusura delle piscine è stata anticipata e tutti i parchi e giardini saranno chiusi di notte, dalle 10 alle 6 del mattino. Il sindaco della città, José Luis Martínez Almeida, e il vice sindaco, Begoña Villacís, hanno presentato le nuove misure e annunciato una “campagna di prevenzione” in cui i volontari informeranno il pubblico sul corretto uso della mascherina e sulle misure igieniche per evitare il contagio.

Secondo il sindaco, non si tratta di misure “particolarmente onerose” ma “ragionevoli”, le quali mirano a sensibilizzare alla necessità di fermare la crescente curva dei contagi. “Facciamo appello ai cittadini, facciamo appello al rispetto delle regole “, ha affermato Martínez Almeida, ammettendo che è molto difficile controllare le oltre 3.000 aree verdi della capitale. Villacís, da parte sua, ha mostrato la sua preoccupazione per la nuova ondata di infezioni e ha affermato di percepire “un certo allentamento della responsabilità individuale”.

Castilla y León porterà avanti misure ancor più dure. Le province di Salamanca e Valladolid sono tornate a una sorta di Fase 1 per i loro 121 e 164 casi positivi nelle ultime 24 ore. Non più di 15 persone possono riunirsi all’aperto o 10 negli spazi chiusi, nei bar non sarà consentito consumare all’interno e nelle terrazze dei locali sarà necessario rispettare la distanza e potranno esserci solo tavoli da massimo sei persone, mentre per quanto riguarda le attività sportive o di svago viene stabilito un limite massimo di 25 persone all’interno e di 50 all’esterno. Le riunioni, sia private che familiari, sono limitate a 10 persone. Le misure sono entrate in vigore da ieri, mercoledì 2 settembre.

 Anche il governo andaluso ha approvato ordinanze simili per ridurre il numero massimo di persone in occasione di matrimoni o celebrazioni simili. Il limite sarà di 150 persone all’aperto e 100 all’interno. L’Esecutivo ha anche stabilito che gli eventi in spazi chiusi che riuniscono più di 200 persone o all’aperto per più di 300 persone (cinema, festival o eventi sportivi, ad esempio) avranno bisogno dell’autorizzazione dell’autorità sanitaria per potersi svolgere. Infine, il portavoce dell’esecutivo, Elías Bendodo, ha esortato i consigli comunali costieri a chiudere le spiagge tra le 21:30 e le 7:00.


Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.