Naval’nyj: medici negano avvelenamento; ONU: fornire cure adeguate

Pubblicato il 22 agosto 2020 alle 6:21 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Gli studi non hanno rivelato tracce di veleni nel corpo di Aleksej Naval’nyj, che si trova in terapia intensiva nell’ospedale di Omsk. I medici non credono che sia stato avvelenato, ha detto ai giornalisti Anatolij Kalinečenko, vice direttore sanitario dell’ospedale di emergenza (BSMP-1) della città siberiana.

“I veleni o le tracce della loro presenza nel corpo non sono stati identificati. Probabilmente, la diagnosi di ‘avvelenamento’ rimane da qualche parte nella sottocorteccia della nostra coscienza. Ma non crediamo che il paziente abbia sofferto di avvelenamento” – ha affermato Kalinečenko, che ha aggiunto che i medici hanno già stabilito la diagnosi, ma non la riveleranno ai media. “Abbiamo complicazioni, abbiamo quelle condizioni che ha lui – si adattano perfettamente alla struttura della diagnosi che abbiamo stabilito. È stata portata all’attenzione della moglie e del fratello del nostro paziente” – ha concluso il responsabile del nosocomio dov’è ricoverato l’esponente dell’opposizione a Vladimir Putin.

Le forze dell’ordine che indagano sull’accaduto, tuttavia, non hanno smentito l’ipotesi di avvelenamento e aspettano le indicazioni dei sanitari. “La versione preliminare non è cambiata. Stiamo parlando di avvelenamento con psicodisleettici. Più precisamente, sarà possibile dirlo dopo la diagnosi e la conclusione dei medici” – ha riferito una fonte della polizia di Omsk all’agenzia di stampa TASS. Secondo l’interlocutore dell’agenzia, non è stato ancora aperto un procedimento penale, poiché non ci sono informazioni sull’avvelenamento intenzionale di Naval’nyj.

Successivamente,  il primario dell’ospedale di Omsk dove si trova Naval’nyj, Aleksandr Murachovskij ha affermato che il forte deterioramento della salute di Alexei Navalny può essere causato da disturbi metabolici.  “Oggi abbiamo diagnosi funzionanti. La principale, a cui siamo inclini, è una violazione dell’equilibrio dei carboidrati, cioè un disturbo metabolico. Ciò può essere causato da un forte calo di zucchero nel sangue” – ha dichiarato Murachovskij. Secondo il medico, le condizioni di Naval’nyj sono valutate come instabili e gravi e potrebbero peggiorare durante il decollo o l’atterraggio, ribadendo l’opposizione del nosocomio siberiano al trasferimento del paziente in Germania.

Murachovskij ha inolte affermato che nel corpo di Naval’nyj non sono stati trovati ossibutirrati o barbiturici. L’avvocato Ivan Ždanov, consulente legale della Fondazione anticorruzione di Naval’nyj, afferma invece che la sostanza che è stata trovata in corpo al leader oppositore, secondo i loro studi, sarebbe pericolosa non solo per lui ma anche per tutti coloro che si avvicinano.

L’Ufficio dell’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, ha dichiarato che l’ONU si aspetta che Aleksej Naval’nyj riceva un’assistenza medica adeguata. Lo ha affermato venerdì in un briefing a Ginevra la portavoce dell’Alto Commissariato, Liz Trossel.

“Prima di tutto, speriamo davvero che possa riprendersi rapidamente e completamente. Sottolineiamo l’importanza di assicurarci che riceva il trattamento completo e adeguato di cui ha bisogno per riprendersi” – ha affermato Trossel, aggiungendo che “i rapporti su quanto accaduto ad Aleksej Naval’nyj sono motivo di grande inquietudine e preoccupazione”.

Un aereo medico tedesco, decollato da Norimberga nella notte tra giovedì 20 e venerdì 21 agosto, aspetta di poter portare l’oppositore in cura in Germania, dove è già stato trattato in precedenza a seguito di un mai chiarito episodio di avvelenamento durante una detenzione nel 2019. Il governo di Berlino ha chiesto a Mosca di consentire quanto prima all’oppositore di partire per l’ospedale La Charité della capitale tedesca.

Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.