Messico riceve missione dalla Germania per affrontare la pandemia

Pubblicato il 20 agosto 2020 alle 6:20 in Germania Messico

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Una missione di esperti epidemiologici dalla Germania è arrivata in Messico per unirsi agli sforzi nella lotta contro la pandemia COVID-19 nel paese latinoamericano, ha riferito il ministero degli Esteri.

“Il governo messicano ha ricevuto una missione di esperti dal German Team for Epidemic Preparedness: Working Against Epidemics, un progetto dell’Agenzia tedesca per la cooperazione allo sviluppo sostenibile e dell’Istituto di virologia della Charité di Berlino”, ha riferito in un messaggio alla stampa il capo dell’Agenzia messicana per la cooperazione internazionale e lo sviluppo del Ministero degli Esteri, Laura Elena Carrillo.

I rappresentanti delle autorità sanitarie tedesche hanno consegnato una donazione di 100.000 test PCR (C-Reactive Protein Test) di alta qualità per rilevare il COVID-19 e altri materiali di laboratorio.

Carrillo ha dichiarato che di fronte alle avversità imposte dalla pandemia, “le nazioni devono lavorare insieme per stabilire forti alleanze di collaborazione e cooperazione”.

Il responsabile per le relazioni commerciali dell’ambasciata tedesca, Mirko Schilbach, ha sottolineato che nel momento in cui il Messico ha promosso una risoluzione all’Organizzazione delle Nazioni Unite per un equo accesso a medicinali e vaccini, “è stato inviato un chiaro segnale a favore degli approcci multilaterali contro la pandemia”.

Da parte sua, la consulente del progetto “Copertura sanitaria universale” e responsabile della missione, la dottoressa Kirstin Meier, ha spiegato che la visita consiste in “uno scambio di esperienze con il personale di laboratorio del Paese”.

L’obiettivo è quello di “essere meglio preparati nella rilevazione, diagnosi e contenimento di focolai infettivi che potrebbero altrimenti trasformarsi in epidemie o addirittura pandemie”, come nel caso del nuovo coronavirus SARS-CoV-2.

La parte ospitante del progetto lavora in collaborazione con il Ministero della Salute, l’Istituto di Diagnosi ed Epidemiologia e il Ministero degli Esteri.

Gli esperti tedeschi rimarranno in Messico fino al 28 agosto.

Ad oggi, in Messico 525.733 persone sono state infettate da COVID-19 e 57.023 sono morte a causa di questa malattia. 

Nel frattempo, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha lanciato un allarme, riferendo che il subcontinente americano, così come l’Africa, si stanno rapidamente trasformando nei focolai di maggiore entità a livello mondiale. “Stiamo assistendo di fatto ad uno spostamento dell’epicentro della pandemia, dal vecchio continente alle Americhe. Dopo l’aumento esponenziale dei casi in Brasile, nelle ultime settimane si è registrato un aumento progressivo di casi anche negli altri paesi della regione, tra cui Cile e Perù”, ha dichiarato il responsabile delle emergenze sanitarie dell’OMS, Miike Ryan.

Nelle ultime settimane, infatti, continua a salire vertiginosamente il numero dei casi e dei decessi per COVID-19 in America latina, con un bilancio complessivo che ha ormai superato di gran lunga la soglia delle 250.000 vittime. È quanto riportano diversi media internazionali citando Reuters. Il Brasile resta il Paese del subcontinente più colpito dalla pandemia e il secondo al mondo dopo gli Stati Uniti.


Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.