Pompeo: tour di 5 giorni in Europa centrale

Pubblicato il 12 agosto 2020 alle 19:57 in Europa USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Segretario di Stato americano Mike Pompeo è arrivato a Praga, martedì 11 agosto, per un tour, della durata di cinque giorni, che toccherà vari Paesi dell’Europa centrale. A dominare l’agenda del funzionario statunitense, ci sono il ruolo della Cina nella costruzione della rete 5G e il ridispiegamento delle truppe USA sul territorio europeo. Pompeo è rimasto fino a mercoledì 12 agosto nella capitale della Repubblica Ceca e, da qui, si sposterà in Slovenia, Austria e Polonia. Quest’ultima, in particolare, è ansiosa di accogliere una parte dei soldati statunitensi che lasceranno la Germania per andare a fortificare il fronte orientale della NATO. Secondo quanto deciso dall’amministrazione americana, almeno 12.000 militari USA lasceranno Berlino. Di questi, 6.400 verranno rimpatriati e 5.600 trasferiti in altri Paesi membri dell’Alleanza atlantica, tra cui Italia e Belgio. Varsavia, il 31 luglio, ha annunciato che ne accoglierà almeno 1.000.

L’attenzione, durante il tour di Pompeo, sarà concentrata sulla campagna del Segretario di Stato per danneggiare Huawei, il gigante cinese delle telecomunicazioni considerato una minaccia da Washington per il suo ruolo guida nell’Internet di quinta generazione. Un altro argomento che verrà affrontato dal funzionario americano sarà la riduzione della dipendenza energetica dell’Europa dalla Russia.

Martedì 11 agosto, Pompeo si è unito al suo omologo ceco, Tomas Petricek, in un viaggio a Pilsen per rendere omaggio alle truppe statunitensi che hanno liberato la città nel 1945. Mercoledì 12, ha incontrato le aziende tecnologiche ceche e statunitensi per discutere di 5G e, successivamente, ha tenuto colloqui con il primo ministro ceco, Andrej Babis. Infine, al termine della giornata, ha fatto un discorso al Senato e ha partecipato ad un breve incontro con il presidente, filo-russo e filo-cinese, Milos Zeman.

Domani, giovedì 13 agosto, Pompeo si recherà in Slovenia per firmare un accordo bilaterale sulla sicurezza del 5G. Lo stesso giorno, sarà anche in Austria per incontrare il cancelliere Sebastian Kurz e tenere con lui colloqui sulle relazioni commerciali tra Washington e Vienna e sul coinvolgimento dell’Austria nelle missioni di mantenimento della pace nel mondo. In ultimo, sabato 15 agosto, il Segretario di Stato USA si sposterà in Polonia per discutere della ridistribuzione delle truppe statunitensi ritirate dalla Germania.

Il desiderio di Trump di spostare le truppe dalla Germania è il risultato dell’insoddisfacente spesa militare di Berlino nellambito dellAlleanza Atlantica. Il presidente ha dichiarato che il Paese “non ha pagato la sua parte dei costi di Difesa della NATO”. “La Germania è sconsiderata, la sua spesa è all’1%, non al 2%”, ha dichiarato il 29 febbraio ai giornalisti fuori dalla Casa Bianca. “Hanno approfittato di noi per molti anni”, ha aggiunto.

Il piano di ritiro americano, il cui futuro è incerto in quanto richiederà supporto e finanziamenti da parte del Congresso, dovrebbe far rimanere in Germania un totale di circa 24.000 soldati statunitensi. Parte del piano annunciato dal segretario alla Difesa americano Mark Esper include altresì lo spostamento del quartier generale del comando europeo degli Stati Uniti da Stoccarda, in Germania, a Mons, in Belgio. Esper ha precisato che il Pentagono starebbe anche cercando di spostare il quartier generale del comando statunitense in Africa (AFRICOM) fuori dalla città tedesca. Il contingente americano attivo nel continente africano ha dichiarato, il 31 luglio, in una nota, che ha iniziato i piani di trasferimento, ma che, probabilmente, “ci vorranno diversi mesi per sviluppare le varie opzioni, esaminare i luoghi e prendere una decisione”. L’AFRICOM, che è stato istituito a Stoccarda nel 2008 dopo non essere riuscito a trovare una sede in Africa, ha affermato che “esaminerà, in primo luogo, le opzioni europee, ma poi prenderà in considerazione anche le opzioni negli Stati Uniti” per stabilire il suo nuovo quartier generale.

Leggi Sicurezza Internazionale, il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Chiara Gentili

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.