Pemex: “supereremo la crisi nonostante calo del 585% nel primo trimestre”

Pubblicato il 30 luglio 2020 alle 6:10 in America Latina Messico

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Petróleos Mexicanos (Pemex) ha dichiarato che sarà in grado di resistere alla crisi economica nonostante abbia perso oltre 26 milioni di dollari nella prima metà del 2020.

“Abbiamo conseguito una riduzione nonostante la crisi, nonostante i momenti più critici di aprile e maggio, e stiamo migliorando il risultato rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, ovviamente rispetto al primo trimestre. La maggior parte delle perdite sono virtuali”, ha dichiarato il responsabile finanziario dell’azienda, Alberto Velázquez, in un colloquio con gli investitori che riporta il quotidiano cileno El Mercurio.

La società statale ha registrato una perdita netta di $ 26.406 milioni nella prima metà del 2020, con un calo del 585,3%.

Nel 2019, Pemex aveva perso $ 3.853 milioni, secondo le stime ufficiali.

Da gennaio a giugno, la compagnia petrolifera ha registrato ricavi per un totale di 20.277 milioni di dollari, il che significa un calo annuale del 36,4%.

Pemex o Petróleos Mexicanos è un’azienda petrolifera statale messicana. Venne fondata il 18 marzo 1938 a seguito della nazionalizzazione dell’industria petrolifera messicana che era allora nelle mani delle compagnie straniere. Il presidente Lázaro Cárdenas si schierò a fianco dei lavoratori del petrolio nel conflitto che li opponeva ai loro datori americani e britannici per l’aumento dei salari e dei vantaggi sociali. Il conflitto sociale pareva non avere sbocchi a causa del diniego delle compagnie. Cárdenas dichiarò allora che il petrolio fosse una proprietà nazionale e nazionalizzò le risorse. Dopo qualche settimana, il Congresso votò a favore del progetto e venne istituita la compagnia.


Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.